Made in Italy, aceto ‘balsamico’ sloveno: Ue rinvia decisione di tre mesi

ACETO BALSAMICO
Il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, si era detto pronto a "fare tutto il possibile per difendere l'aceto balsamico di Modena"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  La Commissione europea si è presa altri tre mesi di tempo per decidere sulla denominazione di aceto balsamico al centro di un confronto tra Italia e Slovenia: è quanto emerge da un database di notifiche dell’Ue. La Commissione, che avrebbe dovuto esprimersi oggi sulla richiesta di Lubiana di poter utilizzare la denominazione come uno standard di prodotto, ha esteso fino al 3 giugno il periodo per potere esaminare la questione. Sul rinvio potrebbero aver pesato opposizioni notificate all’Ue, come quella di OriGIn, Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche. Il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, si era detto pronto a “fare tutto il possibile per difendere l’aceto balsamico di Modena”.

LEGGI ANCHE: Made in Italy, Ponti: “Commissione Ue dica no ad aceto ‘balsamico’ sloveno”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»