Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Coronavirus, boom di casi nel bergamasco: possibile nuova zona rossa

Giulio Gallera
L'assessore al welfare della regione Lombardia ammette l'ipotesi di una nuova zona rossa per contenere il contagio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Potrebbe esserci un’altra zona rossa in Lombardia, dopo quella del lodigiano: si tratta della zona bergamasca, dove come comunica l’assessore al Welfare lombardo Giulio Gallera durante la conferenza di aggiornamento sul contagio da covid-19 in regione, negli ultimi giorni i casi positivi hanno superato quelli del lodigiano (129 contro 98).

“Abbiamo parlato con Brusaferro (presidente dell’Istituto superiore della sanita’, ndr) pochi minuti fa- sottolinea Gallera- e dato il forte incremento di casi in quell’area, abbiamo chiesto ad Iss una valutazione“, in modo tale da chiedere al governo “una migliore strategia”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, oltre 2200 positivi. Sale a 79 il conto dei decessi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»