Trasporto pubblico, Rinaldi: “Il piano Anm va rivisto, pesa troppo sui cittadini”

Prevede, tra l'altro, un aumento progressivo del costo dei biglietti delle corse singole: da 1 euro a 1,10 euro da aprile , a 1,20 euro nel 2018 e a 1,30 euro nel 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Questo piano presentato dal management dell’azienda non va dato per scontato, deve essere ridiscusso. Riteniamo che non possano essere i cittadini a dover pagare gli errori commessi dall’azienda“. Così all’agenzia DIRE Pietro Rinaldi, consigliere comunale del gruppo Napoli in Comune a Sinistra, commenta la bozza del nuovo piano di risanamento e rilancio dell’Azienda Napoletana Mobilità che prevede un aumento progressivo del costo dei biglietti delle corse singole – che passeranno da 1 euro a 1,10 euro da aprile di quest’anno, a 1,20 euro nel 2018 e a 1,30 euro nel 2019 – e dei biglietti integrati, un aumento del 120% delle tariffe della sosta parcheggio e un taglio di 644 dipendenti per raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2019.

L’orientamento del gruppo è che l’azienda si orienti seguendo i principi “dell’efficienza e dell’accessibilità dove efficienza significa governare l’azienda di concerto con lavoratori. Mi sembra di capire, invece, che si tratta di un piano – sottolinea Rinaldi – che non incrocia il favore dei lavoratori sia per le ripercussioni che ha sui lavoratori stessi sia perché incide pesantemente sulle tasche dei cittadini napoletani”. Napoli in Comune a Sinistra chiede di “ridiscutere” il piano presentato dall’azienda che gestisce il trasporto pubblico locale in città “perché così come è stato presentato non può essere approvato né, a quanto pare, è condiviso dai sindacati. Bisogna approfondire anche rispetto alla possibile esternalizzazione – aggiunge il consigliere -. La nostra amministrazione è sempre stata nettamente contraria a ogni forma di privatizzazione”.

Per Rinaldi, bisogna individuare “gli sprechi su cui intervenire per ridurli, compresi i superminimi per i dirigenti, occorre fare delle approfondite verifiche. Il gruppo Napoli in Comune a Sinistra – conclude proverà a discutere con tutte le parti sociali e raccogliere le loro denunce. Un piano del genere non può passare a cuor leggero”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»