Fumo, il 13% dei tabagisti prende il vizio prima dei 15 anni

Le sigarette provocano fino al 30% dei casi di cancro e sono uno dei principali fattori di rischio oncologico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

giovani_fumo_disagioROMA  – “Ancora troppi giovanissimi ignorano le insidie del fumo attivo e passivo. Il 13% dei tabagisti ha preso il pericoloso vizio prima dei 15 anni. Le sigarette provocano fino al 30% dei casi di cancro e sono uno dei principali fattori di rischio oncologico. Durante la loro combustione sprigionano più di 4mila sostanze tossiche che favoriscono infezioni alle vie respiratorie, asma, bronchite cronica e a lungo andare anche l’insorgenza di tumori, come quello al polmone. La probabilità di sviluppare questa neoplasia è infatti 14 volte maggiore per un tabagista“. A dirlo è il professor Carmine Pinto, presidente nazionale dell’Aiom (Associazione italiana di oncologia medica), che ha avviato un progetto di prevenzione al fumo nelle scuole.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»