Governo Draghi, centrodestra spaccato: Salvini media tra Meloni e Forza Italia

Salvini apre ad ascoltare il presidente incaricato, ma spinge perché si fissi subito la data delle elezioni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Centrodestra spaccato tra la posizione ‘di ascolto’ di Forza Italia e il ‘niet’ di Fratelli D’Italia. In mezzo, Matteo Salvini prova a tenere unita la coalizione aprendo alla possibilità di ascoltare il premier incaricato con una condizione: si fissi subito la data delle elezioni.

LEGGI ANCHE: Governo, Draghi accetta l’incarico con riserva. Lungo collquio con Conte a Chigi

“La via maestra rimane e continua a essere il voto”, dice Salvini. Detto questo, “e’ chiaro ed evidente che se uno mi dice andiamo avanti per due anni non funziona”. Se si chiede se e’ a favore o contro il governo Draghi, “non so di che cosa stiamo parlando, cosa vuole fare Draghi, con chi va al governo, quando si va a votare”, dice Salvini. “Non puo’ essere la pandemia la scusa per sospendere la democrazia”, ribadisce il segretario della Lega.

“Se il professor Draghi ci incontrera’- continua Salvini- e ascoltera’ andremo ad ascoltare, a capire, a proporre, a valutare. Noi a differenza della sinistra non abbiamo dei pregiudizi, simpatie o antipatie a seconda degli schieramenti. Gli italiani hanno fame di salute, lavoro, scuola. Siamo sempre stati compatti e io lavoro perche’ si sia sempre compatti. Per rispetto di tutto il centrodestra e di Mario Draghi non chiedetemi adesso che giudizio daremo quando ancora non abbiamo ascoltato e capito”.

LEGGI ANCHE: Governo, in campo ipotesi Conte ministro degli esteri o vice di Draghi

Diversa la posizione di Giorgia Meloni: “Saro’ chiara. Non c’e’ alcuna possibilita’ di una partecipazione o anche di un sostegno da parte di Fratelli d’Italia al Governo Draghi. Gli italiani hanno il diritto di votare. Continuiamo a lavorare per tenere il centrodestra unito e portare gli italiani alle elezioni. Fatevene una ragione”.

Per Antonio Tajani, vice presidente di Forza Italia, “l’incarico a Draghi e’ un incarico conferito a una persona di alto profilo. Valuteremo le proposte, le idee e i contenuti e poi decideremo il da farsi, fermo restando che bisogna affrontare le emergenze che in questo momento gravano sugli italiani“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»