Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Crimi: “No al governo tecnico, noi ancora determinanti. E a Renzi…”

vito crimi
Vito Crimi prova a tenere compatto il gruppo del M5s
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Matteo Renzi aveva come obiettivo di spaccare tutto e tutti. E tra le varie cose questa soddisfazione non gliela dobbiamo dare. Renzi non voleva ricucire, alzava solo il prezzo. Voleva piu’ ministeri ma ha chiesto di tutto. Ha chiesto di concordare le nomine in RAI, in Cdp… Oggi ci ritroviamo con un governo tecnico. Mettete da parte Draghi, al di la’ della persona, pensate a un governo tecnico che e’ freddo e calcolatore. Un governo tecnico avrebbe mai potuto fare il reddito di cittadinanza?” Cosi’ il capo politico del M5s Vito Crimi, parlando all’assemblea congiunta dei parlamentari.

“Un governo tecnico avrebbe potuto fare misure costose ma innovative e di rilancio come il superbonus al 110% e le comunita’ energetiche? Queste sono operazioni che puo’ fare un governo politico, non un governo che ha la necessita’ di far quadrare i conti. Un governo tecnico non fa il bene del Paese, abbiamo gia’ dato“, aggiunge Crimi.

Per qualunque misura a livello parlamentare si deve sempre e comunque passare da noi. Questo e’ un patrimonio che non dobbiamo disperdere, noi siamo determinanti anche nel caso in cui dovesse nascere questo governo. Se non possiamo far nascere un governo tecnico noi possiamo pero’ essere determinanti nelle scelte, su qualunque cosa. Al di la’ di quello che faremo, quando e se dovesse nascere questo governo tecnico noi saremo condizionanti”, ha aggiunto Crimi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»