Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Archiviazione nell’inchiesta sul depistaggio per pm che indagarono sulla morte di Borsellino

"Cane non mangia cane" è stato il commento furioso della figlia del magistrato ucciso nella strage di via D'Amelio il 19 luglio 1991
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Archiviazione per gli ex pm di Caltanissetta Carmelo Petralia e Annamaria Palma nell’inchiesta sul depistaggio nelle indagini riguardanti la strage di via D’Amelio del 19 luglio 1991 e la figlia di Paolo Borsellino, Fiammetta, sbotta: “È tutto coerente – dice a ‘Repubblica-Palermo’ – in linea col principio che ‘cane non mangia cane’. Chi ha lavorato male, permettendo che certe nefandezze accadessero, non farà i conti con la giustizia ma non potra’ sfuggire ai conti con la propria coscienza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»