Maltempo, allerta meteo per vento forte in 12 regioni. Arriva la neve al Centro-Sud

Domani un’onda depressionaria di origine atlantica farà il suo ingresso sull’Europa nord-occidentale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’arrivo di un nucleo freddo, di origine nord-atlantica, nella giornata di domani determinerà sull’Italia una sensibile intensificazione dei venti a tutte le quote, con associato spiccato aumento del moto ondoso su tutti i bacini. Seguirà un generale e brusco calo delle temperature che torneranno momentaneamente nella norma del periodo invernale, favorendo, fra la serata di martedì e la giornata di mercoledì, nevicate a quote collinari sulle regioni centrali adriatiche e su quelle meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, martedì 4 febbraio, venti di burrasca, dai quadranti occidentali, su Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e Sardegna, in successiva rotazione dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca forte sui settori costieri e fino a tempesta sui rilievi. Dal primo mattino di domani si prevedono venti da forti a burrasca, dai quadranti settentrionali, su Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Province Autonome di Trento e Bolzano, con rinforzi fino a burrasca forte sui settori alpini e, per raffiche di fohen, nelle valli e in pianura. Dal mattino di domani, inoltre, attesi venti da forti a burrasca nord-occidentali sui rilievi di Lazio, Abruzzo e Molise, in estensione dal pomeriggio-sera ai restanti settori delle citate regioni e in successiva rotazione da nord, con raffiche di burrasca forte specie sui settori costieri e sui rilievi. Dal mattino di domani, previsti anche venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, sui rilievi di Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, in estensione dal pomeriggio-sera ai restanti settori delle citate regioni e in successiva rotazione dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca forte sui settori costieri e fino a tempesta sui crinali appenninici. Si prevedono inoltre forti mareggiate su tutte le coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, martedì 4 febbraio, allerta gialla per rischio idrogeologico in Molise.

PROTEZIONE CIVILE LAZIO: DA DOMANI MATTINA VENTO A BURRASCA

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal mattino di domani, martedì 4 febbraio 2020, e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio: venti da forti a burrasca nord-occidentali, sui rilievi, in estensione dal pomeriggio-sera ai restanti settori della regione ed in successiva rotazione da nord, con raffiche di burrasca forte specie sui settori costieri e sui rilievi. Si prevedono inoltre forti mareggiate su tutte le coste esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha pertanto emesso un bollettino con attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio. La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto”. Così in un comunicato la Protezione Civile del Lazio.

VENTI FORTI E MAREGGIATE IN SARDEGNA

Dalla mattina di domani 4 febbraio, e fino alla notte si prevedono venti forti da nord-ovest, localmente di burrasca, in particolare sulle coste settentrionali e occidentali della Sardegna ove saranno anche possibili mareggiate. Lo comunica una nota. Nello specifico, spiegano dal Centro funzionale decentrato – settore meteo, domani un’onda depressionaria di origine atlantica farà il suo ingresso sull’Europa nord-occidentale per poi approfondirsi velocemente verso l’europa centro-orientale ove darà origine ad un minimo chiuso anche al suolo. La concomitante presenza di un campo di alta pressione tra l’Atlantico e l’Europa occidentale determinerà forti gradienti barici sul mediterraneo centro-occidentale

SU COSTA LIVORNO E GROSSETO CODICE ARANCIONE PER VENTO

È allarme vento forte sulla costa livornese, grossetana e sull’arcipelago. La protezione civile della Regione Toscana ha emesso un codice arancione dalle 8 alle 18 di domani a causa di un afflusso di aria fredda di origine polare che porterà precipitazioni poco significative, ma forti venti da ovest e nord-ovest. La perturbazione interesserà anche il resto della Toscana, tuttavia con un grado minore di criticità: codice giallo dalle 6 di domani fino a mezzanotte. Sempre sulla costa, inoltre, dalla Versilia sino all’area grossetana è stato diramato un codice giallo per rischio mareggiate.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»