Zingaretti incontra le ricercatrici dello Spallanzani: “Ora soldi all’Università e assumere 10.000 ricercatori”

"I soldi spesi per la ricerca, l'università e il sostegno alla scienza non sono una spesa, ma un immenso investimento", dice Zingaretti, che rilancia il piano per assumere 10.000 ricercatori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dopo l’isolamento del coronavirus allo Spallanzani ecco un buon punto concreto per il confronto nella maggioranza. Rilanciamo la nostra proposta del Piano per l’Italia: l’aumento dei fondi per la ricerca e l’assunzione di 10.000 ricercatori“. Lo scrive su Facebook il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, che stamattina ha incontrato le tre ricercatrici dello Spallanzani, Maria Rosaria Capobianchi, Francesca Colavita e Concetta Castillett e l’ambasciatore cinese in Italia, Li Junhua.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, ricercatrice Spallanzani: “Isolarlo passo cruciale, per vaccino serve tempo”

“MOLTO ORGOGLIOSI TEAM DONNE SPALLANZANI”

“Noi siamo molto orgogliosi che sia stato un team medico e scientifico che opera nella nostra Regione e composto, inoltre, da donne, a raggiungere questo obiettivo. L’incontro con l’ambasciatore è stata anche l’occasione per rilanciare lo scambio di relazioni in campo scientifico e della ricerca. La visita dell’ambasciatore è stata importante nell’immediato per dare un segnale utile a tutti, ma anche l’inizio di una più stretta collaborazione nel campo medico”, afferma Zingaretti.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, isolato il virus allo Spallanzani di Roma: “Primi in Europa”

“EMERGENZA HA MOSTRATO IMPORTANZA RICERCA”

“Mi auguro che il governo italiano, anche alla luce di quanto avvenuto in queste ore, comprenda fino in fondo quanto il tema della ricerca, dell’università e del sostegno alla scienza e alla buona sanità, non sia una spesa in Italia, ma un immenso investimento. Quindi, in queste ore, in cui si fanno tanto chiacchiere sulle verifiche, o peggio, purtroppo, sui litigi, forse è proprio la società italiana che ci indica una priorità. Dunque, bisogna dare un segnale, investire nell’università, nella scuola e nella ricerca scientifica e noi nel nostro piano per l’Italia lo abbiamo detto molto chiaramente: più soldi e più risorse nella ricerca e assunzioni di 10 mila nuovi ricercatori nelle nostre università, proprio per far votare pagina all’Italia”, aggiunge ancora Zingaretti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»