Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Neve, di nuovo black out sull’Appennino di Bologna. Gente inferocita, “Enel: 12.000 senza luce in regione”

Torna la neve e sull'Appennino bolognese tornano i black out
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Torna la neve e sull’Appennino bolognese tornano i black out. Le segnalazioni sulle interruzioni nell’erogazione della corrente elettrica arrivano da più punti della provincia, come già era accaduto (con forti polemiche) con la nevicata di metà novembre. La zona colpita, come nello scorso novembre, è quella sulla direttice della Futa, da Pianoro a Monghidoro a Loiano.

Sulla pagina Facebook del Comitato salvaguardia linee elettriche Appennino bolognese i reclami si sprecano e non manca chi, senza tanti giri di parole, dedica un “caloroso e sincero vaffa…” a Enel.

“Pianoro vecchio senza luce”, scrive un utente, mentre un altro segnala da Loiano: “Per tutta la notte interruzioni di corrente a ripetizione”. A San Benedetto val di Sambro “manca l’elettricità. Oramai è un’equazione tra neve e black out”, sottolinea un altro cittadino. E ancora: in località Golfenara “già quattro ore senza luce. Che vergogna, ci siamo un’altra volta”.

A La Guarda “siamo senza luce da questa notte. Sarà possibile che per 20 centimetri siamo già in questa situazione?”, ci si chiede sulla pagina del Comitato. Stesso tenore in altri post: “Siamo al ridicolo assoluto. Al secondo centimetro di neve, ore 23, la luce se ne va. Tutto normale direi, evento eccezionale?”.

Altre segnalazioni riguardano Monterenzio e Monzuno. “A qualcuno è già arrivato il rimborso Enel per i giorni senza luce a causa della neve di novembre? No perché io sono di nuovo senza luce e con una bolletta da pagare di 200 euro“.

Intanto, fioccano le segnalazioni anche sulla pagina Facebook di ‘Monghidoro Passione Comune’: “Pare incredibile ma siamo di nuovo e da stanotte in alcune località senza energia elettrica”, si legge nel post che chiede agli utenti di far sapere dove si registrano i disagi. E le risposte arrivano subito: “A Zaccarlina sono senza luce da stanotte“, annuncia una cittadina, ma interruzioni sono registrate anche a Pian di Vergiano, a Stiolo Ca’ di Francia, dove ci sarebbe un cavo spezzato. “A Scascoli – Loiano, siamo senza corrente dalle 2 di questa mattina. Siamo il paese delle emergenze non emergenze”, protesta un altro utente.

Arrabbiatissimo un altro cittadino: “Sopralluoghi, finte perizie, finte indignazioni, ispettori burocrati che valgono meno di zero. Un prefetto inutile che finge di essere indignato. Responsabilità piramidali, che non sai mai chi è il responsabile o chi comanda. Mettiamoci tranquilli, questa è la situazione e ci vorrà parecchio prima che sistemino la nostra zona da terzo mondo“, è la chiosa.

ENEL: CIRCA 12.000 UTENTI SENZA ELETTRICITÀ IN EMILIA-ROMAGNA

Sono circa 12.000, secondo di dati Enel, gli utenti-clienti che durante la notte e la mattinata di oggi, sono rimasti senza luce elettrica in Emilia-Romagna. Mentre, in special modo nell’Appennino bolognese, infuocano le polemiche per i black out, l’azienda fa sapere che il presidio E-distribuzione è stato rafforzato nelle province di Bologna, Rimini, Parma, Reggio Emilia e Modena interessate dall’ondata di maltempo con conseguenti disservizi.

Sono infatti in corso le operazioni di ripristino del servizio elettrico “rese complesse dalla difficile viabilità”, fa sapere Enel. In provincia di Bologna e di Rimini le situazioni più critiche si registrano nei comuni di Loiano, Pianoro, Valsamoggia, Castiglione de’ Pepoli, in Romagna invece toccano Casteldelci, Novafeltria, Sant’Agata Feltria anche a causa di una difficile viabilità che impedisce la rapida ripresa del servizio in alcuni tratti di rete.

Da questa notte, aggiunge Enel, sono oltre 150 tecnici e operai di e-distribuzione (la società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione), coadiuvati dalle imprese appaltatrici, al lavoro per fronteggiare le conseguenze dell’ondata di maltempo, che ha colpito principalmente la provincia di Bologna (in particolare l’area appenninica), le province di Modena, Parma, Reggio Emilia e Rimini provocando disservizi diffusi a macchia di leopardo.

Le squadre dell’azienda elettrica stanno intervenendo per riparare i danni alla rete elettrica causati dalla neve che ha provocato danni agli impianti elettrici. “Grazie alle riparazioni in corso e all’installazione di gruppi elettrogeni, la situazione nelle province di Parma, Reggio Emilia e Modena è in via di risoluzione”, aggiunge l’azienda, che assicura la prosecuzione del lavoro e prevede di ripristinare il servizio in nottata “salvo casi isolati di aree non raggiungibili”.

 

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»