Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccino, la Svizzera sperimenta il cerotto anti Covid-19

Il vaccino definitivo sarà disponibile non prima del 2025
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un potenziale vaccino anti Covid-19 in forma di cerotto: lo sperimenterà la Svizzera a partire dal prossimo 10 gennaio presso l’università Unisanté di Losanna. A rendere nota la notizia sono stati i media elvetici, secondo cui il vaccino funziona sulla base di un principio differente rispetto a quelli attualmente in uso e non utilizza l’Rna messaggero.

Il capo della sperimentazione clinica, Alix Miauton, ha spiegato che “questo vaccino è complementare ad altri già esistenti, non intende sostituirli. La sua sperimentazione servirà a capire se sia sicuro e se sviluppi o meno gravi effetti collaterali”.

Questa nuova potenziale arma contro il coronavirus sarà testata su 26 volontari sani. Entro giugno sono attesi i primi risultati. Se gli studi clinici di fase 1, 2 e 3 saranno soddisfacenti, il vaccino definitivo sarà disponibile non prima del 2025.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»