Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Air Italy inizia il 2022 con 1.322 lettere di licenziamento

"Un atto atteso, ma incomprensibile e inaccettabile", precisa Mario Clemente, Segretario del Trasporto Aereo di Confael
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Inizia nel peggiore dei modi il 2022 per oltre mille e trecento lavoratori di Air Italy. La compagnia ha infatti inviato oggi 1.322 lettere di licenziamento riconducibili ‘alla procedura sindacale di licenziamento collettivo per cessazione di attività’ che Air Italy ha avviato il 23 settembre scorso”. Lo dice Confael, esprimendo la piena solidarietà a tutti i lavori interessati.

“Un atto atteso, ma incomprensibile e inaccettabile”, come precisa Mario Clemente, Segretario del Trasporto Aereo di Confael. “Nonostante l’Italia abbia ricevuto miliardi di euro dall’Unione Europea per la ripresa del nostro Paese- sottolinea Clemente- 1322 lavoratori iniziano il nuovo anno con una lettera di licenziamento. Si tratta dei lavoratori Air Italy per i quali Confael Trasporto Aereo chiede che vengano applicate le stesse misure previste per i lavoratori di altre compagnie che sono, di fatto, già chiuse, come purtroppo Alitalia e Norwegian”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»