Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Alice Mangione: “Faccio ridere anche quando non voglio”

alice mangione
Famosa per la 'The Pozzolis Family', la vedremo presto a 'Lol 2'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il mondo del ‘digital’ la conosce perlopiù come Alice della ‘The Pozzolis Family’ ma Alice Mangione è da sempre una voce della comicità italiana. Capelli biondi, occhi azzurri, zigomi molto pronunciati e un fisico asciutto hanno portato sotto i riflettori un’Alice quasi bambina. Si sa poco dell’adolescenza della ‘signora’ Pozzoli ma il suo racconto all’Agenzia Dire inizia proprio da qui: “Nel mio passato ero molto magra e da subito ho iniziato a posare e sfilare, poi però ho capito che volevo dare una voce al mio corpo“. Inizia così la carriera da attrice, una prova che l’ha messa di fronte a un pubblico che la trovava più simpatica che commovente, portandola naturalmente sulla via del ‘cabaret’.

alice mangione

Nonostante la pratica ai tempi non fosse calzante per una procace ragazza non ancora maggiorenne, le corde della comicità di Alice hanno vibrato così forte che, ancora diciassettenne, ha lasciato casa e famiglia alla volta di Milano. “Mi imbarcavo sui mezzi pubblici notturni per esibirmi in tutti i club della regione. Oggi la comicità ha un valore diverso- racconta Alice- quando dici che sei un comico vieni immediatamente riconosciuto come qualcuno che fa qualcosa di utile: sei un professionista. Mentre un tempo era davvero una cosa da terza categoria”. L’immagine della donna era poco corrispondente a quella di una professionista capace di far ridere: “Tu sei la cabarettista, cosa fai burlesque?”. Un’Alice giovanissima ha quindi dovuto combattere pregiudizi e dimostrare di più, perché la comicità era cosa da maschi. Una scuola di vita che certamente l’ha premiata portandola sui palchi televisivi con Enrico Bertolino (Glob), Caterina Guzzanti (La prova dell’otto) e ancora, tra gli altri, con Paolo Ruffini a Colorado Cafè dove era l’indimenticabile GPS ‘Viky’. Ma la sua primissima esperienza è stata con Maccio Capatonda: “Girammo ‘La febbra’ e fa ridere che oggi praticamente nessuno mi associ ad Amalia Frellioje”.

Dal sodalizio artistico e amoroso con Gianmarco Pozzoli sono nati diversi spettacoli teatrali, due libri ma soprattutto due figli. La Pozzolis Family ha confuso la logica degli algoritmi social rendendo il concetto di famiglia e genitorialità esilarante e accessibile a tutti: “Quando diventi mamma in Italia pensi che la tua carriera, qualsiasi essa sia, sia finita. Quindi per un momento ho deciso di appendere lustrini, paillettes e aspirazioni al chiodo. Poi fortunatamente l’esigenza è stata più forte della rassegnazione e ho iniziato a scrivere cose comiche sulla mia condizione di essere genitore: così è nata The Pozzolis Family insieme a Gianmarco. Posso dire che è stata una strategia, non voluta, geniale! Siamo riusciti a costruire un pubblico virtuale e a portarlo poi là dove volevamo tornare: il palcoscenico!”. Alice sarà nel cast di LOL 2, vietato parlarne per ora, ma una battuta se l’è lasciata scappare.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»