Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Paki in un bicchiere’: un romanzo e un aiuto per i 4 zampe in canile

Franco Plataroti racconta la biografia romanzata del suo cane liberato da un canile. Il ricavato in parte verrà devoluto al rifugio ‘Il Bau’ di Alpignano (TO) da dove Paki arrivava
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È il mio piccolo tributo a quell’amico infinito che mi ha regalato ben altro, nientemeno, la riscoperta della mia animalità, un viaggio al di là dei confini rigidi della nostra specie“. Così Franco Plataroti presenta il libro ‘Paki in un bicchiere’: la biografia romanzata di un cane liberato da un canile.

Per lo scrittore, nato a Torino dove insegna lettere in un liceo artistico statale, è la prima esperienza narrativa, se si eccettua un altro romanzo breve di prossima pubblicazione. Nell’ambito della ricerca storiografica, inoltre, Plataroti ha pubblicato opere relative all’assistenza piemontese dell’Otto e del Novecento e collabora con Girodivite dove si occupa delle organizzazioni mafiose.

Edito dalla casa editrice siciliana Nulla Die il breve romanzo “narra le vicende terrene di Paki o Spike o Pakino, come quella nuvola fulva dalla coda e dai calzini bianchi è stato variamente chiamato. Nulla di troppo sentimentale, sia chiaro- spiega l’autore- E’ una storia in chiave comica e divertita delle gesta quotidiane di quell’ammasso di peli e ossa che ho avuto la fortuna di incontrare lungo il mio cammino e dal quale, per le rigide geometrie dell’esistenza, ho dovuto separarmi”. 

Parte del ricavato della vendita del libro sarà devoluta al rifugio ‘Il Bau’ di Alpignano (TO) dell’Associazione Bastardini Odv, al quale Paki era legato e dal quale, in qualche modo, arrivava.

Il titolo è disponibile sia in cartaceo che in digital book sul sito store della casa editrice all’indirizzo: http://nulladie.com/catalogo/432-franco-plataroti-paki-in-un-bicchiere-9788869153228.html. Nel giro di un mese circa, il titolo sarà disponibile anche nelle librerie e negli store nazionali e internazionali.

“Vi chiedo, anche nel caso in cui non desideriate acquistarlo, di aiutarmi a condividere il messaggio, perché ai cani del Bau possa arrivare qualche fondo in più”, è l’appello di Plataroti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»