Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Manovra, Fratoianni e Orfini protestano: “Incredibile bocciatura patrimoniale, faremo ricorso”

La commissione Bilancio della Camera ha giudicato 'inammissibile' l'emendamento per l'introduzione dell'imposta patrimoniale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ci sembra incredibile che un’imposta che garantisce maggior gettito venga respinta con questa motivazione. Per questo faremo ricorso contro questa decisione e ci aspettiamo una spiegazione, numeri alla mano, del perché questo sia accaduto.” Lo afferma in una dichiarazione congiunta Nicola Fratoianni e Matteo Orfini primi firmatari dell’emendamento sull’abolizione Imu e dell’imposta sui conti correnti e titoli, e con una tassazione progressiva sui grandi patrimoni, che è stato giudicato inammissibile dalla commissione Bilancio della Camera.

“Intanto rileviamo con un sorriso – proseguono i due parlamentari della sinistra – che tutti coloro che ci hanno accusato in questi giorni di voler mettere le mani nelle tasche degli italiani dovrebbero chiedere scusa: diventa evidente e chiaro che la nostra proposta restituisce molto proprio a lavoratori e ceto medio.”

“Ad ogni modo qualora questa incredibile decisione fosse confermata – concludono Fratoianni ed Orfini – ripresenteremo l’emendamento in Senato tenendo conto delle eventuali obiezioni“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»