Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Berlusconi: “Io al Quirinale? Ho tanti amici che potrebbero votarmi”

berlusconi
Il leader di Forza Italia: "Mi hanno proposto di essere il candidato del centrodestra, da soli non abbiamo i voti ma in Parlamento ho tanti amici"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Mi hanno proposto di essere il candidato del centrodestra, ma mi sembra inopportuno parlare del Quirinale quando è ancora in carica l’attuale presidente della Repubblica. Peraltro, non sarebbe un’elezione facile, perché il centrodestra non avrebbe da solo i voti necessari“. Lo dice Silvio Berlusconi, intervistato da Bruno Vespa per il suo nuovo libro ‘Perché Mussolini rovinò l’Italia (e come Draghi la sta risanando)’.

LEGGI ANCHE: La promessa di Berlusconi a mamma Rosa fa paura al Pd e al M5S

Da dove potrebbero arrivare gli altri gli altri voti? “Ci sono 290 deputati e senatori usciti dai gruppi parlamentari originari. In tanti mi sono amici, ma, ripeto, è ancora tutto da vedere“, osserva l’ex Cavaliere. E sull’ipotesi di una donna come prossima presidente della Repubblica, il leader di Forza Italia dichiara: “Servirebbe l’immagine di una donna protagonista del mondo politico, sociale, culturale, economico, ma non mi pare che si sia ancora manifestata“.

LEGGI ANCHE: Salvini: “Anche con Draghi al Quirinale, niente elezioni anticipate”

D’INCÀ (M5S): “BERLUSCONI È INVOTABILE”

A chiudere nettamente all’ipotesi di Berlusconi al Quirinale è Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento ed esponente del Movimento 5 Stelle. “Una ipotesi assolutamente lontana dai principi che devono regolare l’elezione del presidente della Repubblica. È assolutamente invotabile”, sottolinea il ministro a Rainews.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»