Attacco terroristico a Vienna: spari in sei zone della città. Vittime e feriti

A entrare in azione sarebbero stati diversi aggressori, armati di fucili, in sei punti differenti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Diverse persone sono rimaste ferite e altre sono “ritenute morte” in conseguenza di una sparatoria che si e’ verificata nel centro di Vienna: lo ha riferito in serata il ministro dell’Interno dell’Austria, Karl Nehammer. Secondo il dirigente, uno degli aggressori e’ rimasto ucciso. Un’altra persona, pure parte del gruppo di fuoco, sarebbe invece tuttora “in fuga”. 

Un’operazione della polizia per catturare i responsabili e’ in corso a Vienna, in particolare nell’area della sparatoria, presso Schwedenplatz

Fonti di stampa concordanti hanno riferito di posti di blocco eretti in piu’ punti della citta’. Tra le persone ferite in modo grave ci sarebbe anche un agente di polizia. “Per ora posso confermare che crediamo si tratti di un attentato terroristico” ha detto Nehammer all’emittente Orf.

Secondo testimonianze rilanciate dal quotidiano Kurier nella sua edizione online, uno degli aggressori si era diretto nell’area di Hoher Markt e della chiesa Ruprechtskirche, aprendo poi il fuoco verso persone sedute nell’area di Schanigarten e presso la sinagoga di Seitenstattengasse. Un rabbino che si trovava nella zona, Schlomo Hofmeister, avrebbe detto che il tempio era chiuso e che in apparenza non sarebbe stato l’obiettivo dell’attentato. Secondo fonti concordanti, i primi spari sono risuonati attorno alle otto di sera. Ancora da capire quanti siano state le persone che hanno aperto il fuoco.

LA POLIZIA: SPARI IN SEI ZONE, CITTADINI RESTINO A CASA

Un appello a restare in casa e a cercare subito rifugio nel caso ci si trovi in strada e’ stato rivolto nella tarda serata dalla polizia di Vienna a tutti i cittadini.
In un messaggio, diffuso su Twitter poche ore dopo l’inizio della sparatoria nel centro della capitale austriaca, si chiede poi di evitare di usare mezzi pubblici e di tenersi lontani da piazze e luogo di ritrovo.

Secondo la polizia, i primi colpi di arma da fuoco sono stati esplosi presso Seitenstettengasse attorno alle otto di sera. A entrare in azione sarebbero stati diversi aggressori, armati di fucili, in sei punti differenti. Confermata la morte di una persona e il ferimento di un agente di polizia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»