Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giorgio Tirabassi colpito da un malore durante la presentazione del suo ultimo film

E' successo nel comune di Civitella Alfedena, in provincia de L'Aquila. L'attore è stato soccorso e portato d'urgenza all'ospedale di Avezzano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’attore Giorgio Tirabassi è stato colto da un malore.  Lo storico volto di “Distretto di polizia” era a Civitella Alfedena (L’Aquila), un piccolo borgo nel cuore del parco nazionale d’Abruzzo, per presentare il suo ultimo film “Il Grande Salto”, che lo vede regista e protagonista al fianco di Ricky Memphis.

LEGGI ANCHE Abruzzo, un collare gps per salvare l’orso marsicano

L’attore 59enne si è sentito male nel centro congressi del paese, poco prima della proiezione, ed è stato subito soccorso e portato all’ospedale di Avezzano, dove è stato trattato dal personale sanitario. Secondo fonti mediche non sarebbe in pericolo di vita, ma resta in osservazione. Tirabassi è stato l’anno scorso protagonista di “L’Aquila Grandi Speranze“, fiction ambientata proprio nel capoluogo abruzzese e accolta freddamente dai cittadini aquilani.

LEGGI ANCHE

Terremoto, Pezzopane ‘assolta’: “È stato un incubo ma è finito. Ora Zaia mi pagherà i soldi spesi in avvocati”

VIDEO | Su Rai 1 la fiction ‘L’Aquila Grandi Speranze’: intervista al cast e anticipazioni

L’Aquila Grandi Speranze (deluse): la fiction Rai vince la gara degli ascolti ma non piace agli aquilani

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»