NEWS:

È morto il papà di Gianluca Grignani: la dedica sui social

Al padre Paolo il cantante aveva dedicato la canzone che lo aveva riportato sul palco del Festival di Sanremo

Pubblicato:02-10-2023 19:12
Ultimo aggiornamento:02-10-2023 19:48
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – È morto il papà di Gianluca Grignani. “E per il resto ognuno giudichi se stesso… Ciao papà“: il cantante sui social dedica questi pochi versi al padre appena scomparso. Al papà Paolo il cantante aveva, infatti, dedicato la canzone che lo aveva riportato sul palco del Festival di Sanremo quest’anno: ‘Quando ti manca il fiato’. Della canzone Grignani aveva detto: “È uno dei pezzi più belli che abbia mai scritto”.

Dell’assenza del padre che per lavoro era spesso fuori casa, e quindi molto assente, in una delle recenti interviste, riportata da Radio DeeJay, aveva rivelato: “Mio padre vive in Ungheria e non ci vediamo da 15 anni. Non ha ancora sentito la canzone e non vorrei che gli scoppiasse il cuore“.


Perchè, riporta ancora l’intervista, “‘Quando ti manca il fiato’ parla di questa telefonata in cui mio padre mi chiese se sarei andato al suo funerale. Ma poi racconto di me stesso anche come padre. Infatti, se oggi riesco a cantarla è proprio perché sono diventato genitore a mia volta. Ma, più in generale, il testo parla di tutte quelle volte che ti manca il fiato perché la vita ti chiede il conto”.

I genitori di Grignani si erano separati quando il cantante aveva 18 anni.

LEGGI ANCHE: Gianluca Grignani: “Torno a Sanremo con una canzone che non ha una morale”

IL TESTO DELLA CANZONE DI GIANLUCA GRIGNANI ‘QUANDO TI MANCA IL FIATO’

Mio padre tornava la sera
Ed era forte quando era in vena
Questo lo ricordo bene
Sì questo lo ricordo bene
Mio padre era uno dei tanti
Ma era il mio eroe quando mi sorrideva
Vivevamo ancora insieme
Questo lo ricordo bene
E poi… non ricordo più
Dopo vent’anni dalla terra dei ricordi
Mi chiamano
(Mi chiamano)
Spaccando in due il silenzio
Con uno squillo del telefono
Ciao sono papà
Come va Gianluca?
Ma no che non sto male
Ma quando accadrà
Tu verrai o no al mio funerale
Tu verrai o no?
Ed io non ho parlato più
Ho tenuto tutto dentro
E ho messo giù
Poi ci ho pensato su
Sì ci ho pensato su
Ciao papà o addio papà
Io ti perdono
Le mie lacrime sono sincere
Ma c’è chi non lo farà
Tu accettala la verità
E in mezzo a chi finge cordoglio
Sarò il tuo orgoglio
Perché chi ha troppa libertà
Non ha parole,
Quando fa male ma male davvero
Sono coltelli che cadon dal cielo
Fan sanguinare anche l’uomo più duro
Anche se son cresciuto da solo
A modo mio
Sì e tu sai a modo mio
Ciao papà o addio papà
Questa canzone te la canto adesso
Perché tu sappia che ti amo lo stesso
E per il resto ognuno giudichi se stesso
Questa è l’unica legge
Che conosco e rispetto
Ti ricordi quando ti dicevo
Che la vita chiede i conti al passato
Proprio quando ti manca il fiato
E chi sa la verità
Mi dica perché faccio fatica a staccare le dita
Oh oh
A smettere di suonare
Quando la musica è finita
È questo che devo imparare… da te
Forse non volevi o me lo hai insegnato?
Non fare accordi con i ricordi
Quando ti manca il fiato

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy