Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bitcoin: sei tu che gestisci i soldi senza la banca

bitcoin
Un nuovo sistema di pagamento per scambiare valori istantaneamente e in modo sicuro 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Giovanni Perrone e Simone Stellato

ROMA – Si parla di Bitcoin, chi pensa sia il male perché mette a rischio il suo modo di operare; chi, al contrario, ne evidenzia tutte le potenzialità perché mette al centro le persone e non le ‘banche’. Con la recente crescita di popolarità delle criptovalute riemergono dubbi e paure su questo mondo che si va affermando. Soprattutto sulla sicurezza, perché in molti si chiedono: non è che perderò i miei soldi? Bitcoin, nato nel 2008 come protocollo elettronico per trasferire valore tra utenti senza intermediari, risolve il problema della centralizzazione e ottimizza proprio la sicurezza. Grazie ai benefici della tecnologia su cui si basa – la Blockchain – Bitcoin di fatto ha creato un nuovo sistema monetario globale dove la fiducia non viene delegata al singolo ente centrale (banca o centri finanziari), ma viene distribuita tra gli utenti in maniera diretta. 

Il crescente utilizzo nel corso degli anni ha messo in evidenza un primo problema di questa rete: la scalabilità. Con l’aumento delle operazioni effettuate sulla Blockchain di Bitcoin, non solo la capacità del network di processare numerose transazioni al secondo si è dimostrata limitata, ma anche le commissioni legate ad ogni pagamento sono cresciute rendendo il nuovo sistema inadatto all’utilizzo di massa. Per risolvere questa criticità, nel corso degli anni si sono cercate diverse opzioni volte a rendere Bitcoin più veloce, semplice ed economico. 

Già a partire dal 2015 Thaddeus Dryja e Joseph Poon sviluppano una nuova soluzione per ridurre i costi della rete e aumentare il numero di transazioni al secondo. Si tratta del Lightning Network, un sistema di pagamento basato su Bitcoin, istantaneo, globale, accessibile a tutti ed in ogni momento grazie ad una semplice connessione a Internet. Mantenendo lo stesso livello di sicurezza della Blockchain originaria, il Lightning Network permette di gestire un altissimo volume (fino a centinaia di migliaia) di transazioni al secondo, compresi anche micropagamenti di pochi centesimi fino ad ora poco convenienti sui circuiti tradizionali a causa delle commissioni. 

La novità consiste nel fatto, contrariamente a quanto generalmente si pensa, che sfruttando questo nuovo protocollo è possibile effettuare transazioni ignorando Bitcoin e tutta l’infrastruttura ad esso collegata. L’utente che utilizzerà questa nuova tecnologia non avrà bisogno di conoscere Bitcoin, il suo funzionamento e soprattutto potrà disinteressarsi del suo prezzo e della sua volatilità. Ciò è possibile grazie alla peculiarità di Bitcoin: è l’unica valuta che può essere convertita istantaneamente in ogni altra valuta globale ventiquattro ore su ventiquattro e sette giorni su sette.

Qui sotto si può esaminare la crescente adozione e l’aumento di capacità del Lightning Network

glassnode

Di recente El Salvador ha dichiarato Bitcoin valuta a corso legale, permettendo a ogni cittadino di pagare con la criptovaluta per qualsiasi servizio e bene nel paese. La peculiarità consiste nel fatto che il presidente Bukele ha deciso di integrare il Lightning Network in un portafoglio digitale disponibile a chiunque abbia una connessione a Internet. In meno di tre settimane, più di due milioni di persone nel paese hanno usato attivamente la rete, superando il numero di utenti rispetto ad ogni altra banca della nazione. Ora più di un terzo della popolazione ha accesso a un sistema di pagamento digitale. 

Ora Jack Dorsey, Ceo di Twitter e Square, ha annunciato l’integrazione del Lightning Network all’interno di Twitter. La nuova funzione Tips permette ad ogni utente iscritto al social network di inviare pagamenti semplicemente connettendo un portafoglio digitale al proprio profilo. Per ora la funzionalità è attiva solo negli Stati Uniti e riguarda soltanto i dispositivi IOS, ma Dorsey ha promesso che presto coinvolgerà anche altri paesi e i dispositivi Android. Questa innovazione apre le porte a nuovi sviluppi, dove Bitcoin potrà essere integrato in altre applicazioni e in altri social network nei prossimi anni. 

Come si vede i possibili sviluppi di Bitcoin non potranno che crescere nel prossimo futuro. E quando ogni singolo utente capirà che è lui stesso che diventa ‘banca’ ci sarà una rivoluzione globale che cambierà la vita quotidiana di ognuno di noi. 

Per saperne di più : 

white paper summary ufficiale LN

https://lightning.network/lightning-network-summary.pdf

glassnode on-chain market analysis

https://glassnode.com/

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»