Reddito di Cittadinanza all’ex brigatista Saraceni, la ministra Catalfo avvia gli accertamenti

La ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, risponde al question time alla Camera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dagli elementi acquisiti dal Ministero della Giustizia è emerso che la Saraceni è sottoposta ad un regime di detenzione domiciliare speciale, comminato dall’Autorità giudiziaria in quanto responsabile, tra gli altri, del delitto di attentato per finalità terroristiche (articolo 280 del codice penale). Questo regime si configura come una particolare modalità di esecuzione della pena, la cui compatibilità con l’attività lavorativa prevista dal Reddito di cittadinanza è oggetto di approfondimento”. Così la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, al question time alla Camera.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»