Al Bano testimonial contro la fuga dei cervelli al Policlinico di Bari

Ieri è stato l'ospite d'onore dell'inaugurazione dell'anno accademico della Scuola di Medicina di Bari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Inaugurato ieri pomeriggio l’anno accademico 2018/2019 della Scuola di Medicina dell’Università di Bari Aldo Moro. All’incontro presenti il rettore Antonio Felice Uricchio, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il presidente della scuola di Medicina Loreto Gesualdo, il direttore generale del Policlinico di Bari Giovanni Migliore e l’onorevole Francesco Boccia. Ospite d’onore: Al Bano.

“Al Bano Carrisi – ha dichiarato Uricchio – è testimone ben augurante per il futuro dei giovani medici che la nostra Università vuole formare. Lui, esempio di uomo del Sud, che ha saputo affermarsi senza mai abbandonare questa terra: un messaggio per scongiurare la fuga di cervelli. Oggi – ha concluso Uricchio – abbiamo definito un accordo tra Regione e Università per lo svolgimento dell’attività di ricerca nell’ambito della tutela e valorizzazione paesaggistica”.

“Quando qualcuno adesso dice di essere di Bari è motivo di orgoglio”. Così il governatore Emiliano che ha aggiunto: “Bari non ha autonoma esistenza. Questo è un popolo che ha bisogno di una potente università di medicina. Serve un sistema universitario che costi poco e sia efficiente. Non abbiate paura di studiare”. Quello che si prospetta nei prossimi 3 anni è un impegno reale e costante.

“Noi – ha sottolineato Gesualdo – formiamo i medici del futuro. Stiamo lavorando con Asl e aziende sanitarie. Nella mia vita ho sempre avuto sogni. Sono orgoglioso di aver investito nel territorio. Al Bano – ha concluso Gesualdo – rappresenta le radici che rimangono in Italia. Solo sognando si cresce, ci vuole passione”. A fare eco al presidente è Boccia per il quale “musica e medicina devono andare a braccetto“.

al bano_università bari (1)
al bano_università bari (2)
al bano_università bari (3)

‘Interrogato’ dagli studenti Al Bano ha rimarcato “in realtà non me ne sono mai andato dalla Puglia. Io mi sento quotidianamente un alunno. C’è sempre la possibilità di cambiare le cose. Basta volerlo”. Obiettivo per Migliore è quello di “imparare ad essere una squadra, impariamo a essere alunni. La struttura regionale è disponibile per diventare all’avanguardia e crescere. Questa inaugurazione offre agli studenti un policlinico diverso”.

di Gaetano Ragone

Ti potrebbe interessare anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»