Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Time for Ilhan’, un film per la prima deputata con l’hijab

Eletta due anni fa in Minnesota, ora potrebbe approdare al Congresso degli Stati Uniti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Due anni dopo essere diventata la prima deputata somalo-americana, Ilhan Omar è pronta per il salto dalla legislatura del Minnesota al Congresso degli Stati Uniti. L’ultima conferma è il successo del docufilm ‘Time for Ilhan’ nei circuito dei festival, dal Tribeca al Traverse City di Micheal Moore fino all’Hot Docs di Toronto.

Soltanto domenica prossima, l’opera sarà presentata in due rassegne: al Mill Valley, a San Rafael, in California, e al Nw Film Forum, a Seattle. Girato prima della vittoria alle primarie di agosto per il voto di Mid-term, il film racconta l’ascesa di Ilhan: nata a Mogadiscio 36 anni fa, musulmana, costretta a lasciare la Somalia con la famiglia dopo l’inizio della guerra civile nel 1991 e finita sulla copertina di ‘Time’ al tempo di Donald Trump.

Il cuore della pellicola è l’impegno di una “community organizer”, madre di tre figli, sorriso solare sotto l’hijab, eletta deputata a Minneapolis coniugando l’impegno per la comunità di origine somala più numerosa degli Stati Uniti con un programma che definisce “democratico e progressista“. Se il mese prossimo riuscisse ancora (la regista Norah Shapiro non ha dubbi), Ilhan diverrebbe la prima deputata musulmana a Capitol Hill.

Ti potrebbe interessare anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»