Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lavoro, Poletti: “Su riforma era necessaria una spallata”

Il lungo silenzio tra Governo e la leader della Cgil Camusso? "Era necessaria una spallata per riconsegnare al Governo la capacità di decidere", dice Poletti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

poletti

ROMA – “Per affrontare la riforma del lavoro era necessaria una spallata riconsegnando al governo la capacità di decidere“. Lo dice il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a l’Intervista su Sky tg24, sui rapporti tra il governo e la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, caratterizzati da un lungo silenzio.

“NON SI  TORNA ALLA CONCERTAZIONE, ORA DIALOGO SOCIALE”

“In questo paese- aggiunge- per una fase la concertazione è stata molto buona, in un’altra fase è diventata colpa di tutti, colpa di nessuno”. Ora, “non si torna alla concertazione. Abbiamo cambiato metodo: dialogo sociale. Il governo ha la responsabilità di decidere, ma prima si confronta e discute cercando il massimo del consenso”. Si tratta di “un metodo buono per le parti sociali e per il governo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»