Minori, martedì alla Camera conferenza su sistema affidi e conflitti di interesse

A promuoverla è la deputata del gruppo Misto Veronica Giannone, segretaria della Commissione parlamentare per la tutela dell'infanzia e dell'adolescenza
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Martedi’ 8 settembre alle 10.00, nella Sala stampa della Camera dei Deputati in via della Missione 4, a Roma si terra’ la Conferenza stampa “Minori in attesa di giustizia. Il limbo del sistema affidi tra conflitti d’interesse e clientelismo. Cosa dice la legge e cosa accade nei Tribunali dei Minori”. “Le denunce di abusi e violenze sessuali su minori vengono sottovalutate, i bambini allontanati dalle famiglie d’origine e collocati per anni in Casa Famiglia, le madri accusate di alienazione parentale- dichiara la deputata del gruppo Misto Veronica Giannone, segretaria della Commissione parlamentare per la tutela dell’infanzia e dell’adolescenza e organizzatrice della conferenza- Nell’affido minorile giudici, consulenti tecnici d’ufficio, tutori, curatori, assistenti sociali e avvocati sono spesso protagonisti di conflitti d’interesse e situazioni di incompatibilita’. Molti giudici onorari che lavorano nei tribunali minorili in tutta Italia, intrattengono rapporti professionali ed economici con le strutture presso cui affidano i minori sottratti alle famiglie, per ordine dello stesso tribunale. Tutori, ma anche curatori speciali spesso sono avvocati di parte. Consulenti tecnici d’ufficio, nominati dal giudice, lavorano per enti di formazione dove gli stessi giudici intrattengono lezioni per formare i futuri consulenti”. Denuncia la deputata: “Quasi tutti coloro che gravitano attorno al sistema affidi, nonostante le recenti circolari del CSM, sono in qualche modo legati fra di loro da rapporti professionali o di amicizia che si creano all’interno dei tribunali. Tante donne dopo aver denunciato i propri ex per violenza domestica e abusi sessuali su se stesse e sui figli, vengono definite alienanti e simbiotiche e per questo allontanate da quei figli che volevano solo proteggere. I minori vengono di conseguenza collocati in comunita’, con prelievi coatti e traumatici, senza mai essere ascoltati. Provare l’esistenza di un sistema malato e clientelare non e’ difficile ma essere creduti ed ottenere giustizia e’ quasi impossibile”, conclude Giannone.

Intervengono alla conferenza stampa la deputata Veronica Giannone; l’avvocato Lorenzo Stipa del Foro di Roma; l’avvocato Edoardo Polacco del foro di Roma e saranno presenti due mamme, Laura Massaro e, in video-collegamento, Ginevra Amerighi che racconteranno la loro difficile battaglia nei Tribunali.  

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»