Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Zingaretti inaugura drive-in per test Covid a Fiumicino: “Proposta è biglietto-tampone alla partenza”

"I tempi del tampone lo permettono, occorrono accordi internazionali soprattutto con i paesi a lungo viaggio, ma questa é una sfida che dal Lazio vogliamo lanciare al governo e ai governi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È attivo da ieri il 25esimo drive-in per test Covid-19 del Lazio, e si trova all’aeroporto di Fiumicino. Questa mattina il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha fatto visita al nuovo drive-in che e’ stato allestito presso il ‘Parcheggio lunga sosta’ dello scalo. Insieme a lui Alessio D’Amato, assessore alla Sanita’ della Regione Lazio, Marco Troncone, amministratore delegato di Aeroporti di Roma, il presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, e il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

ZINGARETTI: “CI SIA RIVOLTA POPOLARE CONTRO NEGAZIONISTI”

“Con questo servizio vogliamo spingere alla ripresa della liberta’ e della vita, l’esatto opposto di quei personaggi che addirittura organizzano manifestazioni popolari di rifiuto dell’esistenza del Covid. I negazionisti, che offendono innanzitutto le vittime e le centinaia di migliaia di donne, uomini e personale sanitario che in questi mesi hanno dato di tutto per aiutare l’Italia a rimettersi in piedi”. Cosi’, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione del drive-in al Parcheggio lunga sosta di Fiumicino, in merito alla manifestazione organizzata per sabato a Roma. “Proprio nel momento in cui spingiamo per la ripresa della vita, ma in piena sicurezza per creare lavoro e tornare alla normalita’, non posso che denunciare l’irresponsabilita e la follia di chi lavora contro l’Italia, le persone e la possibilita’ di rimetterci in piedi. Quindi quel che mi permetto di fare qui e’ dire che ci sia una rivolta popolare contro chi ancora nega l’esistenza di un immenso problema che son convinto possiamo affrontare e sconfiggere- ha sottolineato Zingaretti-. Ce la faremo e torneremo a vivere ma per farlo bisogna combattere e non fare gli stupidi e gli irresponsabili negando quella che e’ una tragedia di questo secolo come poche altre ne abbiamo viste. Faremo di tutto per arginare le follie, la vanita’ e l’egocentrismo di persone irresponsabili”, ha concluso Zingaretti.

“PROPOSTA È TAMPONE INSIEME A BIGLIETTO AEREO”

“Questo drive-in che e’ iniziato ieri e’ un buon filtro. Sta andando bene ma ha anche l’ambizione di pensare di costruire un modello diverso. Dobbiamo riaccendere il mercato internazionale dei voli che oggi e’ piegato dalle paure e l’obiettivo strategico e’ quello di arrivare all’accoppiata biglietto-tampone alla partenza”. Cosi’, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine dell’inaugurazione del drive-in al Parcheggio lunga sosta dello scalo di Fiumicino. “I tempi del tampone lo permettono- ha aggiunto-, occorrono accordi internazionali soprattutto con i paesi a lungo viaggio, ma questa e’ una sfida che dal Lazio vogliamo lanciare al governo e ai governi”, ha sottolineato. “Grazie ai progressi della scienza del tampone rapido, forse l’unico vero modo per garantire sicurezza nel viaggio e’ quello di pensare a questo tipo di reciprocita’ e di sperimentazione- ha continuato Zingaretti- Cioe’ da alcune mete all’imbarco insieme al biglietto il tampone per avere voli in sicurezza. Toglierebbe l’ostacolo del controllo all’arrivo e soprattutto riaprirebbero i voli. È una ipotesi sulla quale stiamo ragionando ma le tempistiche ci fanno ben sperare perche’ i tempi sono confacenti a quelli che sono i tempi medi di partenza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»