L’appello del Papa alla politica: “Dopo Covid senza lavoro famiglie non vanno avanti”

Papa Francesco chiede ai "responsabili politici ed economici" che "si rilanci il lavoro" per far fronte alla povertà e mancanza di lavoro portate dal coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Auguro che in questo periodo molti possano vivere qualche giorno di riposo e di contatto con la natura, in cui ricaricare anche la dimensione spirituale. Nello stesso tempo auspico che, con l’impegno convergente di tutti i responsabili politici ed economici, si rilanci il lavoro: senza lavoro le famiglie e la società non possono andare avanti. Preghiamo per questo è e sarà un problema della post-pandemia: la povertà, la mancanza di lavoro. E ci vuole tanta solidarietà e tanta creatività per risolvere questo problema” aggravato dal coronavirus. Lo ha detto Papa Francesco dopo l’Angelus in piazza San Pietro.

LEGGI ANCHE: Istat: “Persi 600 mila occupati rispetto al pre-Covid”

“FARSI CARICO DI CHI HA NECESSITÀ”

“La compassione, la tenerezza che Gesù ha mostrato nei confronti delle folle non è sentimentalismo, ma la manifestazione concreta dell’amore che si fa carico delle necessità delle persone. E noi siamo chiamati ad accostarci alla mensa eucaristica con questi stessi atteggiamenti di Gesù: [anzitutto] compassione dei bisogni altrui. Questa parola che si ripete nel Vangelo quando Gesù vede un problema, una malattia o questa gente senza cibo. ‘Ne ebbe compassione’. Compassione non è un sentimento puramente materiale; la vera compassione è patire con, prendere su di noi i dolori altrui. Forse ci farà bene oggi domandarci: io ho compassione? Quando leggo le notizie delle guerre, della fame, delle pandemie, tante cose, ho compassione di quella gente? Io ho compassione della gente che è vicina a me? Sono capace di patire con loro, o guardo da un’altra parte o dico ‘che si arrangino’? Non dimenticare questa parola ‘compassione’, che è fiducia nell’amore provvidente del Padre e significa coraggiosa condivisione”. Lo ha detto Papa Francesco dopo l’Angelus in piazza San Pietro.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»