Lo stadio della Roma a Fiumicino? “C’è interesse, la società non vuole più perdere tempo”

Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino conferma all'Agenzia Dire: "Siamo già al quarto incontro tecnico, tempi si dimezzerebbero"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’ipotesi stadio della Roma a Fiumicino, da mera suggestione, inizia a diventare ipotesi concreta. E’ notizia di oggi infatti di un incontro tra il sindaco del Comune del litorale, Esterino Montino, e il vicepresidente della Roma, con delega allo Stadio, Mauro Baldissoni. E non si tratta nemmeno del primo vertice ma del quarto in poche settimane. La società giallorossa, infatti, sembra non voler più perdere tempo dietro alle grane legate al progetto a Tor di Valle.

A confermare all’agenzia Dire i contatti più che avanzati tra le parti è lo stesso primo cittadino di Fiumicino: “Si tratta del quarto incontro tecnico che facciamo per valutare la fattibilità dell’eventuale progetto- ha detto Montino- da parte della società giallorossa l’interesse c’è. E’ chiaro che non vogliono più perdere tempo”.

Tuttavia, “ci tengo a precisare che questa proposta non è in concorrenza con nessuno. Se non dovesse realizzarsi il progetto di Tor di Valle, la Roma sa che qui, a pochi chilometri da lì, ci sono 400 ettari di terreno completamente edificabili pronti ad ospitare lo stadio, con tempi di realizzazione che sarebbero dimezzati rispetto al progetto originale”. I terreni in questione si trovano alle spalle del centro commerciale del Parco Da Vinci.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»