Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Mare, cene e gite: ecco l’estate dei ragazzi dell’Osa

Tante le attività in programma per questi ragazzi che si svolgono all'interno delle strutture convenzionate con la cooperativa idonee ad accogliere i ragazzi affetti da disabilità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Disabili e minori del centro diurno e del gruppo Appartamento minori di Frosinone anche d’estate non vengono mai lasciati soli dagli operatori Osa. Tante le attività in programma per questi ragazzi che si svolgono all’interno delle strutture convenzionate con la cooperativa idonee ad accogliere i ragazzi affetti da disabilità. L’idea è fare in modo che questa comunità si allarghi attraverso l’integrazione con i ragazzi normodotati. “Il gruppo dei 30 ragazzi disabili, due o tre volte a settimana, in squadre da 15, trascorrono l’intera giornata presso il parco acquatico di Frosinone. La suddivisione viene concepita in base alla tipologia di disabilità, anche perchè il numero ridotto consente agli stessi operatori Osa di seguire da vicino ogni ragazzo”, ha raccontato Caterina Fabrizi, responsabile del Centro sociale integrato per minori e disabili nonchè del gruppo Appartamento minori, tutte strutture gestite dalla cooperativa Osa del presidente Giuseppe Milanese.

Le attività sono numerose e variegate, infatti all’interno della settimana i ragazzi in modo alternato frequentano oltre il parco acquatico anche un’altra bellissima struttura nel frusinate, il Parco Capofiume che regala un panorama bellissimo perché è attraversato da percorsi d’acqua che regalano un po’ di fresco viste le elevate temperature del periodo. Nel frattempo la vita all’interno del centro diurno prosegue grazie alle molte attività didattiche previste unite a quelle che si tengono all’interno dei laboratori di orto, cucina e cucito.

A settembre i ragazzi, sempre in piccoli gruppi, riprenderanno ad andare al mare per una settimana presso una struttura balneare del Circeo accompagnati dagli operatori Osa per ritornare la sera a casa. Il divertimento è assicurato grazie all’animazione presente nello stabilimento, ma anche dalle attività didattiche che vengono promesse dagli operatori Osa. Non mancano inoltre attività più ludiche come le passeggiate di gruppo in spiaggia o giochi sulla sabbia e raccolta di conchiglie o altri materiali naturali che possono essere riutilizzati, per creare manufatti nei laboratori che si svolgono d’inverno. E ancora tornei di briscola che si disputano tra alcuni clienti dello stabilimento e gli ospiti Osa. Lo scopo è unire e integrare le persone per abbattere quelle barriere architettoniche mentali. “Il gruppo minori, in totale 25, è composto da ragazzi provenienti da famiglie con difficoltà economiche ma anche socio-familiari come alcolismo, tossicodipendenza o con procedimenti penali in atto. Anche in questi casi la missione di ogni operatore Osa è far vivere a questi bambini delle vacanze per quanto possibili normali- ha proseguito la responsabile- che i genitori non riescono ad assicurare perchè mancano l’attenzione e la cura necessarie”.

“A giugno i ragazzi hanno organizzato anche delle cene presso il centro avvalendosi del laboratorio di cucina, e ci sono state anche uscite serali, naturalmente accompagnati dai nostri operatori. A settembre, prima dell’inizio delle scuole, tutti al mare per salutare la bella stagione”. “I ragazzi del gruppo Appartamento minori di Frosinone, in totale 11 – per la maggior parte minori stranieri non accompagnati e mamme con bambino – sono coinvolti anche loro in attività esterne, come le uscite al parco acquatico e le gite al mare. Momenti di vita quotidiana per alcune persone persino banali che sono invece in grado di regalare un sorriso a questi bambini”, ha concluso Fabrizi. Esperienze di vita quotidiana che si intrecciano a storie di vita per niente semplici che regalano un inestimabile senso di liberta’ e di spensieratezza a queste persone. L’obiettivo di Osa da sempre è fare in modo che i giovani che frequentano queste strutture conducano un’esistenza come tutti gli altri loro coetanei.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»