Pronto il “Piano famiglia”, dalla regione 5 milioni di euro

Il bonus bebè a chi ha molti figli e aiuti ai genitori in difficoltà
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

neonato_bambino_bebe2VENEZIA – Bonus bebè per le famiglie con almeno quattro figli, sostegno ai genitori separati con figli e “problemi di reddito”, e uno “sportello famiglia” per garantire il necessario supporto. Queste le misure previste dal “pacchetto famiglia” approvato dalla Giunta regionale, con l’obiettivo di sostenere le famiglie venete.

Si tratta di misure che saranno finanziate con “oltre cinque milioni di euro nel 2016”, dichiara l’assessore regionale al Sociale, Manuela Lanzarin, evidenziando che “il sostegno alla famiglia è impegno programmatico di questa amministrazione, così come avevamo promesso nel programma elettorale”. In concreto il “pacchetto” prevede “un bonus da 125 euro per ogni figlio ai nuclei con quattro o più figli”, mentre il bonus “sale a 900 euro complessivi per la famiglie con parti trigemellari”, per un totale di 2,5 milioni di euro.

Altri 400.000 euro andranno invece “alle famiglie monoparentali o ai genitori separati con difficoltà economiche, mentre 600.000 euro serviranno “a sostenere le reti di solidarietà tra famiglie”. Ci sono poi 37 “sportelli famiglia” che apriranno in altrettanti Comuni sopra i 20.000 abitanti, e l’operazione verrà finanziata con 592.000 euro. Saranno “una sorta di bussola informativa su opportunità, scadenze e servizi per i nuclei famigliari”, spiega Lanzarin. Gli ultimi 900.000 euro, infine, finanzieranno i progetti vincitori del bando per progetti di “alleanze per la famiglia”, ovvero “progetti locali che promuovono azioni a favore della famiglia, sostegno alle responsabilità genitoriali, e forme di welfare aziendale in aiuto ai nuclei familiari”, conclude l’assessore.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»