Durga McBroom, la corista dei Pink Floyd: “Vi racconto che…” VIDEO

ROMA - "Ho imparato dai migliori ad essere la migliore". In questa frase tutta la riconoscenza di Durga
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ho imparato dai migliori ad essere la migliore”. In questa frase tutta la riconoscenza di Durga McBroom per la ‘sua’ band. La storica vocalist dei Pink Floyd è in Italia per dei concerti con gruppi che riproporranno le canzoni più importanti della band inglese. In questi giorni canterà dal vivo con i romani Pink Floyd Legend di Fabio Castaldi, che daranno il via alle esibizioni domani da Fregene.

All’agenzia DIRE che l’ha intervistata, Durga McBroom ha raccontato del suo passato con i Pink Floyd, con cui ha preso parte al ‘A Momentary Lapse of Reason Tour’ del 1987, a ‘The Division Bell’ del 1994 e a ‘The Endless River’, l’ultimo album di inediti pubblicato nel 2014.


“Lavorare con i Pink Floyd è stato il miglior insegnamento possibile, e non solo su come essere una grande musicista ma anche su come cavarmela in questo mestiere. Quando sono andata per la prima volta in tour con i Pink Floyd- ha ricordato- era anche il mio primo tour in assoluto, quindi ho imparato dai migliori come essere la migliore. E l’ho portato con me per il resto della mia carriera, fino ad oggi. David Gilmour mi ha spiegato come essere una professionista quando sono approdata alla musica”.

Con Gilmour e compagni ha avuto anche la possibilità di girare molto in tour: “Ho potuto vedere il mondo e l’ho visto dall’alto, ho volato con aerei privati e lavorato con alcuni tra i migliori musicisti al mondo, mi sono divertita tantissimo e sono stata anche pagata tanto per farlo. E’ stato uno dei periodi più belli della mia vita, davvero”.

Durga ha ricordato anche la prima uscita dal vivo: “La prima volta mi sono guardata intorno e c’erano almeno 50mila persone, ed era anche un piccolo show, a dire il vero secondo i Pink Floyd. Ma io non ero mai stata davanti a tutta quella gente e… ho pensato che ero a casa. E mi sono detta ‘Sì, sono a casa. Posso farcela’. E ce l’ho fatta”.

IL FUTURO

Siccome Durga non sa stare con “le mani in mano”, oltre ai tanti concerti che l’aspettano, ha anche un paio di album in lavorazione: “I progetti per il futuro sono registrare un nuovo album coi Blue Pearl e con Youth (musicista e produttore britannico, ndr). Siamo tornati insieme dopo.. non so… 17…20 anni? Ora stiamo cercando la distribuzione. Poi ne sto registrando anche un altro con mia sorella Lorelei, che contiene alcuni brani dei Pink Floyd, anche degli originali, uno di questi l’ho registrato con Jon Carin, un altro con Guy Pratt”, rispettivamente tastierista (ha collaborato con Roger Waters e David Gilmour) e bassista (di Gilmour e dei Pink Floyd). Il secondo album in lavorazione “è prodotto da Dave Kerzner, che è un incredibile artista di progressive rock. Poi ci dovrebbero essere altri concerti dal vivo: dopo l’Italia sarò in Russia fino alla fine dell’anno. In questo momento mia sorella è in Brasile. Seguitemi, ci saranno altre novità”.

LEGGI ANCHE

Pink Floyd Legend” e Durga McBroom di nuovo in tour /VIDEO

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»