NEWS:

Latina, arrestato il titolare dell’azienda dove è morto Satnam Singh

In manette Antonello Lovato. Il padre, Renzo, aveva parlato di una leggerezza del 31enne, deceduto per la copiosa perdita di sangue dopo l'incidente che gli ha tranciato di netto il braccio destro

Pubblicato:02-07-2024 14:07
Ultimo aggiornamento:02-07-2024 22:44

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – I carabinieri della compagnia di Latina hanno arrestato Antonello Lovato, il titolare dell’azienda di Latina dove è morto Satnam Singh lo scorso 19 giugno. L’ipotesi di reato è quella di omicidio doloso con dolo eventuale. Secondo la Procura di Latina “ove l’indiano, deceduto per la copiosa perdita di sangue, fosse stato tempestivamente soccorso, si sarebbe con ogni probabilità salvato“.

Il padre dell’uomo (Renzo Lovato), nelle ore immediatamente successive all’incidente, aveva parlato di una leggerezza del 31enne: “Avevo avvisato il lavoratore di non avvicinarsi al mezzo, ma lui ha fatto di testa sua”.

L’INCIDENTE E L’OMESSO SOCCORSO

Il bracciante non aveva un contratto di lavoro regolare. Quella mattina è rimasto agganciato al macchinario avvolgiplastica a rullo trainato da un trattore che gli ha tranciato di netto il braccio destro, oltre che schiacciargli gli arti inferiori. “Le condizioni del lavoratore dopo l’infortunio- scrive la Procura- sono risultate talmente gravi da rendere evidente la necessità di un tempestivo soccorso”.


Nessuno, però, ha chiamato i soccorsi. Il ragazzo è stato caricato su un van e abbandonato davanti la propria abitazione, con il braccio trasportato in una cassetta per la raccolta degli ortaggi.

“Allo stato- scrive la Procura- deve dunque ritenersi che la decisione di omettere il doveroso soccorso abbia costituito accettazione del rischio dell’evento letale ed abbia integrato la causa che ha direttamente determinato il decesso“.

LE INDAGINI PROSEGUONO

Le indagini- informa la Procura- proseguono con riferimento al delitto oggetto di contestazione e ad altri delitti connessi, con riguardo specificamente all’accertamento delle condizioni di lavoro. Vale puntualizzare che, trovandosi il procedimento nella fase delle indagini preliminari, deve essere fatta salva la presunzione di innocenza della persona sottoposta ad indagini”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy