Rifiuti, Zingaretti: “Commissariare il Lazio? No, il problema è Roma”

"Se c'è un problema è che la Capitale sta intasando tutti i siti che servono i comuni del Lazio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se si dovesse arrivare a questa soluzione, bisognerebbe chiedere i motivi. Il ciclo regionale dei rifiuti, esclusa la Capitale, è in equilibrio. Anzi, se c’è un problema è che la Capitale sta intasando tutti i siti che servono i comuni del Lazio”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha risposto a chi gli chiedeva un commento sull’ipotesi di un commissariamento del Lazio sui rifiuti.

ZINGARETTI: AIUTARE ROMA, NOI AL SERVIZIO DEI SUOI OBIETTIVI

“Io credo che in questo momento bisogna far prevalere la voglia di collaborazione per aiutare Roma. Questo abbiamo sempre fatto, senza rispondere a polemiche o accuse che reputo ingenerose, quantomeno. Anche perché il problema di queste ore, che è sotto gli occhi di tutti, non deriva da un deficit di spazi di conferimento, ma da difficoltà della raccolta e soprattutto dall’assenza, dopo la Salaria, di centri di trasferenza”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine di una conferenza, parlando dell’emergenza rifiuti a Roma.

A chi gli chiedeva se avesse avuto contatti con il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, Zingaretti ha replicato: “Con Costa c’è stato, c’è, e continua ad esserci un ottimo clima di collaborazione e noi ci mettiamo al servizio della realizzazione degli obiettivi che Roma deve indicare per il conferimento dei materiali. Poi, non è che dobbiamo ripeterlo ogni volta. Non è una opinione politica: è lapalissiano che c’è un problema, che una città di 3 milioni di abitanti vive o può vivere crisi se continua a trasferire ovunque in Italia e nel mondo i suoi rifiuti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»