L’annuncio di Amazon: mille posti di lavoro (fissi) nel 2019

L'organico sale a 6.500 dipendenti, ci sono posti disponibili in tutte le sedi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Amazon aumenta ancora di più il suo organico: prevede di far crescere il numero dei dipendenti a tempo indeterminato in Italia da 5.500 a oltre 6.500 entro la fine dell’anno: mille nuovi posti nelle oltre 20 sedi operative in Italia.

“Queste nuove opportunità di lavoro- specifica una nota del colosso dell’e-commerce- sono destinate a persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza, dagli ingegneri e sviluppatori di software, dagli operatori di magazzino agli esperti di marketing, fino a coloro che sono alla ricerca della prima esperienza lavorativa”.

Molti impieghi saranno disponibili anche nel nuovo centro di distribuzione che è stato aperto ieri a Torrazza Piemonte (Torino). Altri saranno disponibili nei centri di distribuzione già esistenti di Castel San Giovanni (Piacenza), Passo Corese (Rieti) e Vercelli, nel centro di smistamento di Casirate d’Adda (Bergamo), nel customer service di Cagliari, nei depositi di smistamento distribuiti in tutto il Paese e nel centro direzionale di Milano.

“I nostri investimenti in Italia stanno crescendo rapidamente e siamo entusiasti di poter creare nuovi posti di lavoro in tutto il Paese. Questi 1.000 nuovi colleghi ci supporteranno per migliorare ulteriormente l’esperienza dei nostri clienti: offrendo una selezione più ampia, maggiore convenienza e consegne più veloci sia per i prodotti venduti direttamente da Amazon, sia per quelli venduti dalle migliaia di piccole e medie imprese italiane e dagli artigiani che si affidano ad Amazon per espandere le proprie vendite in Italia e all’estero”, afferma Mariangela Marseglia, country manager Amazon Italia e Spagna. A Milano si cercano vendor manager e account manager dedicati al supporto delle piccole e medie imprese, oltre a business development manager, specialisti nell’advertising.

Anche Amazon Web Services contribuirà all’incremento di personale dando spazio ad account managers, business development managers, data center technicians, partner development managers, solutions architects, software development engineers, support engineers, systems development engineers e molte altre. Nel Centro di sviluppo di Torino il personale raddoppia. Amazon vuole “implementare innovazioni tecnologiche nella propria rete logistica per migliorare il servizio ai clienti italiani e garantire un ambiente di lavoro ottimale per i dipendenti” e dunque, come spiega Fred Pattje, Amazon operations director per l’Italia, la Spagna e la Francia, “questo è il motivo per cui Amazon sta cercando talenti nella logistica che cercano nuove sfide e non vogliono smettere mai di imparare”. Il colosso dell’e-commerce ricorda anche che “tutti i dipendenti Amazon a tempo indeterminato che lavorano nei centri di distribuzione o negli uffici corporate ricevono una retribuzione competitiva e un pacchetto completo di benefit, compresa l’assicurazione sulla vita, sugli infortuni e sconti per acquisti su Amazon. Oltre a tutto questo, i dipendenti ricevono anche l’assicurazione medica privata dal primo giorno di lavoro”.

In più c’è il Career Choice “che copre per quattro anni fino al 95% dei costi della retta e dei libri per corsi di formazione scelti dal personale, fino ad un massimo di 8.000 euro”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»