A Ischia esperti e-learning da tutto il mondo

Dal 6 al 10 luglio. Parte ad Ischia l’11ma edizione del Joint European Summer School on Technology Enhanced Learning (TEL), l’appuntamento formativo organizzato dall’EATEL, l’European Association in TEL e dall’Università di Napoli Federico II, attraverso il knowhow di Federica Web Learning - la piattaforma open access dell’Ateneo Federiciano - e del progetto sperimentale Emma (European Multiple MOOC Aggregator) di cui l'ateneo federiciano è capofila
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ricercatori, studenti, dottorandi, professionals e PhD a raccolta sull’Isola verde per condividere innovazioni, idee e progetti sul futuro dell’e-learning. Parte ad Ischia l’11ma edizione del Joint European Summer School on Technology Enhanced Learning (TEL), l’appuntamento formativo organizzato dall’EATEL, l’European Association in TEL e dall’Università di Napoli Federico II, attraverso il knowhow di Federica Web Learning – la piattaforma open access dell’Ateneo Federiciano – e del progetto sperimentale Emma (European Multiple MOOC Aggregator) di cui l’ateneo federiciano è capofila. Dal 6 al 10 luglio, oltre 90 esperti internazionali – senior e in formazione – nel campo dell’apprendimento didattico online si riuniranno con l’obiettivo di accrescere competenze e sinergie in diversi ambiti di ricerca, collaborare e confrontarsi con gli altri compagni di corso e favorire la creazione di una rete di professionisti del settore dell’e-learning.

Ad inaugurare i lavori saranno il responsabile scientifico di Federica Web Learning Mauro Calise, il coordinatore di EMMA Rosanna De Rosa, il presidente dell’EATEL Katherine Maillet, con Larry Cooperman, presidente dell’Open Education Consortium, come Keynote speaker.

La Summer School offrirà numerosi workshop che copriranno una vasta gamma di tematiche come la digital education, il life long learning, le strategie di apprendimento online, la nuova frontiera dei Mooc (Massive Open Online Courses) come supporto alla didattica. Ai Mooc (corsi online nati negli USA nel 2011 e che promettono di rivoluzionare il mondo dell’Higher Education) quest’anno sarà dedicata una sezione speciale. Nel settore di riferimento la Federico II è ateneo particolarmente all’avanguardia: ad aprile scorso, infatti, l’università napoletana, primo ateneo pubblico in Italia, ha lanciato Federica.eu, la piattaforma tutta italiana interamente dedicata ai Mooc. In tutto 40 corsi gratuiti pubblicati in diversi slot da qui all’autunno, a cura di docenti di fama nazionale e internazionale.

La Federico II, inoltre, è capofila di Emma, il network di università, centri di ricerca, nonché di aziende attive nel campo delle indagini demoscopiche, delle analisi di mercato, della comunicazione e della ricerca e sviluppo, di 8 Paesi operanti nel settore della Digital education, con un approccio multilingue. Durante lo special track dedicato ai Mooc, studenti, docenti e professionisti potranno interagire con gli specialisti dell’e-learning dell’ateneo federiciano per comprendere meglio qual è il valore aggiunto di questa nuova tipologia di corsi online e come sta cambiando la didattica nel panorama nazionale ed internazionale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»