La Giunta del Coni dà l’ok all’unanimità per Roma 2024

Parliamo di una "percentuale dell'88% di voti favorevoli" e "non so quanti altri Paesi possono raggiungere questo risultato", spiega il presidente del Coni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RHO (PERO) – Voto favorevole all’unanimita’. La Giunta del Coni, riunita questa mattina nel padiglione Lombardia all’interno di Expo Milano 2015, ha approvato “la delibera sulla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024″. Lo ha annunciato il presidente del Coni, Giovanni Malago’, incontrando la stampa.

olimpiadi

“Tra poco avremo anche la ratifica formale da parte del Consiglio nazionale, cui parteciperanno anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino, e il presidente del Comitato promotore, Luca Cordero di Montezemolo”. Il numero uno dello sport italiano ha poi ricordato: “Ho parlato della delibera dell’Assemblea capitolina della scorsa settimana con il sindaco Marino in un colloquio telefonico e gli ho comunicato che anche il presidente del Cio, Thomas Bach, ha apprezzato moltissimo “il riscontro numerico”. Parliamo di una “percentuale dell’88% di voti favorevoli” e “non so quanti altri Paesi che si candideranno possono raggiungere questo risultato”. Una risposta alle altre citta’ competitor, Parigi in primis? “Ci mancherebbe che il mondo dello sport non fosse compatto a sostegno della candidatura, un modo per manifestare la precisa esigenza del nostro mondo di avere una manifestazione del genere”.

[Prosegue nel notiziario DIRE in abbonamento]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»