2 giugno, Mattarella allo Spallanzani per ringraziare gli operatori sanitari e ricordare le vittime del Covid

Il presidente della Repubblica insieme al governatore Nicola Zingaretti al concerto del tenore Francesco Grollo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si e’ recato nel pomeriggio  all’Istituto Nazionale Malattie Infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ a Roma dove ha avuto luogo l’omaggio musicale del tenore Francesco Grollo per ringraziare gli operatori della sanita’ e ricordare le vittime del covid. Un ringraziamento allo Spallanzani, “ai suoi medici e al personale, ai ricercatori e a tutta l’attivita’ preziosa che svolge in questo momento di maggiore attenzione, ma che e’ preziosa per il nostro Paese costantemente, anche nei periodi di minore attenzione”, ha dichiarato Mattarella, in chiusura del concerto svolto allo Spallanzani.  “Desidero esprimere un sentimento di gratitudine allo Spallanzani- ribadisce il Capo dello Stato- il lavoro qui svolto e’ punto di riferimento per il nostro Paese, e’ una costellazione di attivita’ scientifica, medica, di ricerca e di assistenza di straordinario valore che pone il nostro Paese in una posizione preminente nel panorama internazionale. Grazie per quanto fate, avete l’apprezzamento piu’ alto da parte della Repubblica”.

ZINGARETTI: “GRAZIE MATTARELLA, SPALLANZANI RICORDA VITTIME COVID”

“Grazie Presidente per essere con noi allo Spallanzani. In un luogo della scienza per dedicare il 2 giugno al personale della sanita’, con un pensiero alle vittime del Covid e alle loro famiglie. Sono con noi operatori della sanita’ da Cremona, Piacenza e Bergamo, le comunita’ piu’ colpite dal virus”. Lo scrive Nicola Zingaretti, ringraziando il presidente della Repubblica Sergio Mattarella presente al concerto allo Spallanzani. L’evento e’ trasmesso in diretta dalla Regione Lazio. “Agli italiani nessuno ha regalato niente- aggiunge Zingaretti- con le regole del lockdown che hanno funzionato e il loro comportamento hanno vinto una battaglia. Da domani si apre una fase nuova e diversa. Uniti potremo vincere anche quest’altra fase”, conclude Zingaretti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»