hamburger menu

Europee, domani a Roma incontro della Lobby Europea delle Donne

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su printROMA - Domani alle 15 presso l’Associazione “Per Roma” in

17-12-2020 14:25
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Domani alle 15 presso l’Associazione “Per Roma” in via Nazionale 66, a Roma, si tiene il secondo incontro nell’ambito della campagna sulle prossime elezioni europee, organizzato dalla Lobby Europea delle Donne per offrire una vetrina alle candidate di tutti i partiti.

La Lobby Europea delle Donne, fondata nel 1990 allo scopo di raggiungere l’uguaglianza tra donne e uomini in tutte le aree di vita pubblica e privata, è la più grande coalizione di organizzazioni non governative di donne in Europa, e nel suo impegno per la promozione di una presenza delle donne al Parlamento e nelle istituzioni europee, ripropone la campagna ’50/50′.

L’incontro di domani a Roma fa parte di un ciclo iniziato a Milano lo scorso gennaio, e che proseguirà poi il 4 maggio a Matera, e nell’ambito di questi ultimi 2 incontri candidate ed attiviste potranno partecipare al workshop #HerNetHerRights. Un focus speciale verrà dedicato a come proteggersi dai discorsi di odio nella politica, risultato di un lavoro congiunto di Google e della Lobby.

Il workshop, destinato a 6 paesi- insieme all’Italia l’Austria, la Bulgaria, la Finlandia, la Romania e la Turchia- è condotto da Siusi Casaccia dell’Osservatorio sulla violenza della Lobby e da Donatella Martini, del gruppo Donne in Politica della Lobby.

“L’Unione Europea ha fatto molto per l’avanzamento diritti delle donne. L’uguaglianza fra donne e uomini è un obiettivo e un valore sancita dai Trattati. Proprio per questo, l’Europa non può fermarsi e va difesa e potenziata per non perdere le conquiste ottenute anche negli Stati Membri”, afferma la Presidente Maria Ludovica Bottarelli Tranquilli-Leali.

Primo punto del Manifesto della Lobby per queste elezioni, 50/50 Donne per l’Europa riguarda proprio la “necessità in Europa di un’uguaglianza delle donne nel processo decisionale politico. Ad oggi infatti non sono adeguatamente rappresentate, e di fatto metà della popolazione non è presente dove vengono prese decisioni che impattano su tutti gli aspetti della loro vita”.

Per questo, secondo la Lobby Europea delle Donne “l’equa rappresentanza è parte essenziale di una trasformazione delle nostre istituzioni politiche che porti ad avere come obiettivo centrale le persone ed il pianeta”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T14:25:10+02:00