Tajani boccia il Governo: “Al primo colpo di tosse di Juncker hanno preso ordini da Bruxelles”

ll presidente del Parlamento Ue a Mattino Cinque tuona contro il Governo Conte: "Peggio di Renzi e Gentiloni" nei rapporti con l'Europa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Al primo colpo di tosse di Juncker hanno preso ordini da Bruxelles, peggio di quello che facevano Renzi e Gentiloni”. Hanno parlato di una “crescita del 2 per cento”, mentre sarà “dello 0,2%. Le promesse si devono mantenere, le bugie hanno le gambe corte”. Lo dice Antonio Tajani, presidente del parlamento Ue, a ‘Mattino Cinque’ su Canale 5, commentando le azioni del Governo Conte. E aggiunge: “Se non aumenteranno l’Iva” dovranno “mettere una patrimoniale”, intervenire “sulla casa e le pensioni”, ma “noi non lo permetteremo”. “Sono degli incompetenti allo sbaraglio”, conclude. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»