Salvini e Di Maio, c’eravamo tanto amati; Caos dem, nel Pd guerra di documenti e liste; Lavoro, e’ record di occupati dal 2008

Edizione del 2 maggio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SALVINI E DI MAIO, C’ERAVAMO TANTO AMATI

Matteo Salvini e i Cinque Stelle dopo essere stati sul punto di formare un governo insieme ora se ne dicono di tutti i colori. “Salvini si è piegato a Berlusconi solo per le poltrone”, scrive Luigi Di Maio, che allude a prestiti e fideiussioni, ai guai finanziari di un partito che ora non vuole tornare al voto. Secca la replica del leader leghista ai Cinque Stelle: “Se fanno i bambini arroganti, facciamo da soli. Non rispondero’ piu’ agli insulti”, assicura.

CAOS DEM, NEL PD GUERRA DI DOCUMENTI E LISTE

Nel Pd burrascosa vigilia della direzione nazionale chiamata a decidere sulla segreteria e la linea politica. Sul piatto l’alleanza coi Cinque Stelle, ma anche la reggenza di Maurizio Martina. I renziani promuovono un documento per scongiurare la conta. Ma finiscono per dividere ancora di piu’ i parlamentari dem. Analogo risultato per il sito senzadime.it, che fa la cernita dei Democratici favorevoli all’intesa con M5s e di quelli contrari. “Sono liste di proscrizione, quel sito e’ da chiudere”, protestano dall’area Martina. Domani in direzione il secondo round.

LAVORO, E’ RECORD DI OCCUPATI DAL 2008

Buone notizie sul fronte del lavoro. L’Istat rileva che a marzo il tasso di disoccupazione resta stabile all’11%, viaggiando sui livelli più bassi da settembre del 2012. Crescono poi gli occupati, mentre sono in forte calo gli inattivi. Il tasso di occupazione è al 58,3%, un record dall’ottobre 2008. Migliora anche il dato relativo ai giovani con la disoccupazione tra i 15 e i 24 anni che scende al 31,7%. Per il ministro del Lavoro Giuliano Poletti i dati “confermano il consolidamento positivo dell’assetto del mercato del lavoro, in corso da diversi trimestri”.

UNICEF: MANCA LA VITAMINA A, 140 MLN DI BAMBINI A RISCHIO

Oltre 140 milioni di bambini sono a rischio di contrarre malattie, di perdere l’udito, di diventare ciechi e persino di morire se non verranno adottate misure urgenti per fornire loro integratori salvavita di vitamina A. Lo denuncia oggi l’Unicef, ricordando che la vitamina A rafforza il sistema immunitario e protegge i bambini da malattie potenzialmente letali come il morbillo e la diarrea. Eppure 61 milioni di bambini non hanno avuto gli integratori di vitamina A nel 2016, il triplo rispetto al 2015. “Due dosi ogni anno- dice l’Unicef secondo quanto riporta il Sir- possono salvare migliaia di bambini”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»