Alitalia, arriva il commissario; Boldrini e Cei difendono le Ong; addio a Valentino Parlato

[video mp4="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/05/tg-politico.mp4" poster="http://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/02/tg_politico.jpg"][/video] Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall'agenzia DIRE. AVVIATA L'AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA Arrivano i commissari in
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE.

AVVIATA L’AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA
Arrivano i commissari in Alitalia. Il cda della compagnia ha deciso di presentare l’istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria. Ora la nomina dei commissari, che salvo imprevisti saranno Luigi Gubitosi e Guido Laghi. Al consiglio dei ministri anche il compito di definire il prestito ponte, per garantire la continuita’ dei voli da qui a sei mesi. Per la compagnia serviranno da 300 a 500 milioni di euro. I commissari dovranno provare a risanare l’azienda e scongiurare l’ipotesi di vendita al migliore offerente di singoli asset, il cosiddetto spezzatino.

BOLDRINI E LA CEI DIFENDONO LE ONG
E’ stato “un atto ipocrita e vergognoso il fuoco politico indistinto sulle nove Ong che operano per salvare vite umane”. Giancarlo Perego, direttore della Fondazione Migrantes della Cei, si schiera coi volontari al lavoro nel Mediterraneo. Una presa di posizione che combacia con quella di Laura Boldrini, per la quale “bisogna capire a che cosa mira chi getta discredito su tutta l’attività di soccorso”. Un conto sono le responsabilita’ individuali, se ci fossero. Ben diverso, invece, nel caso in cui si puntasse a intimidire le ong. Sarebbe cinico e immorale, spiega Boldrini.

E’ MORTO VALENTINO PARLATO, TRA FONDATORI MANIFESTO
E’ stato spesso la voce critica della sinistra italiana. E’ morto a 86 anni Valentino Parlato, tra i fondatori del Manifesto con Rossana Rossanda, Lucio Magri, Luciana Castellina, Luigi Pintor e Lidia Menapace. Nato a Tripoli, Parlato venne espulso dal paese nel 1951, quando era studente di legge. In Italia divenne funzionario del Partito comunista, collaboratore di Giorgio Amendola prima, giornalista dell’Unita’ e membro del comitato centrale poi. Nel 1969 la radiazione dal Pci e la nascita del Manifesto. “Ciao Vale, comunista per tutta la vita”, scrive oggi il suo giornale.

NO AL BAVAGLIO AI GIORNALISTI IN TURCHIA
Un vasto fronte di associazioni e parlamentari in difesa della liberta’ di stampa in Turchia, messa a rischio dal regime di Erdogan. Sit in a Montecitorio della Federazione della stampa, di Articolo 21 e Amnesty International, insieme a parlamentari di Pd, Mdp e Sinistra italiana, poi ricevuti dalla presidente della Camera Laura Boldrini. ‘No’ al bavaglio turco, dicono in coro. Cosi’ il presidente della Fnsi Beppe Giulietti: (insert)

CAMERA E MIUR, ALLEANZA CONTRO LE FAKE NEWS
Camera e Ministero dell’Istruzione contro le fake news. L’alleanza lanciata a Montecitorio. “Chiedo l’impegno a lanciare un grande progetto di educazione digitale nelle scuole”, sottolinea la presidente della Camera Laura Boldrini. E la ministra Valeria Fedeli assicura: “Realizzeranno insieme un progetto di sensibilizzazione civica: organizzeremo incontri e gli studenti realizzeranno un decalogo di regole su come riconoscere una fake news”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»