A Parma arriva il corso per imparare ad allattare i gattini/FOTO

Il Comune di Parma insegna ai cittadini ad allattare i gattini appena nati per far fronte all'emergenza dei felini abbandonati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PARMA – Un corso per imparare ad allattare e svezzare i gattini appena nati, in modo che anche i cittadini possano essere chiamati, se serve, a prendersi cura dei piccoli felini abbandonati che arrivano nel gattile comunale. L’idea del corso, che partirà domani ed è gratuito, è del Comune di Parma e prende le mosse dal fatto che quella dei gattini abbandonati è ormai un’emergenza. A quanto pare, soprattutto in alcuni periodi, al gattile comunale “Gli aristogatti” arrivano tanti gattini appena nati (o di pochi giorni di vita), e a volte il personale del gattile non basta. Questi piccoli, se non soccorsi, non riuscirebbero a sopravvivere. Di qui l’idea di creare una rete di volontari ‘arruolati’ e pronti a intervenire in caso di bisogno. Si prenderanno i piccolini a casa e se ne prenderanno cura fino a che non saranno svezzati.

A tenere il corso, aperto a cittadini maggiorenni, sarà il direttore sanitario del canile, Lidia Ferdani, affiancata da un operatore della Coop Avalon. Il primo incontro (in tutto sono due) è domani nell’aula didattica del canile comunale “Lilli e il Vagabondo” dalle 17 alle 20. Il secondo appuntamento è fissato per domenica 7 maggio dalle 9 alle 12. Per partecipare al corso è sufficiente chiamare il numero 349/6602596.

Tra i partecipanti al corso, verrà creata una lista di nominativi (tra coloro che si daranno disponibili) che potranno scendere in campo se si dovesse verificare una “situazione emergenziale“, spiega una nota del Comune. A contattarli saranno i gestori del canile. L’intervento dei cittadini (a cui i gattini saranno affidati) avverrà solo dopo che i felini saranno stati visitati dallo staff sanitario del Polo per valutare che non presentino particolari patologie. Il cibo sarà fornito dal gattile così come l’assistenza veterinaria e la consulenza da parte dello staff sanitario del Polo. Una volta svezzati, i piccoli gatti saranno poi accolti nel gattile e inseriti nel protocollo di adozioni del Polo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»