Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Referendum, Nardella regala a Renzi un cuore anti-gufi

FIRENZE - Sul referendum costituzionale è "vietato gufare". Il
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Nardella2FIRENZE – Sul referendum costituzionale èvietato gufare“. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ne è tanto convinto che ha stampato lo slogan in un cuore con disegnato un gufo. “Un regalo” da consegnare direttamente al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che oggi sul palcoscenico del teatro Niccolini ha inaugurato il tour nei teatri italiani in vista del quesito referendario necessario per dar sostanza alla riforma Boschi. “Si apre una campagna importante per tutto il nostro Paese e siamo felici che Firenze sia il punto di inizio. La strada- sottolinea il primo cittadino- è lunga, ci sarà bisogno dell’energia e della forza di tutta la parte migliore della politica e della società civile italiana”.

Timori sulla tenuta del Pd su questo che è un vero e proprio crocevia della politica italiana? “No, perché il Partito democratico si è espresso anche formalmente a favore della riforma costituzionale e del referendum. Quindi credo che andremo avanti compatti al di là di qualche fisiologica discussione, di qualche confronto”. Anche perché, conclude, “non è in gioco soltanto il futuro del Pd ma anche il futuro dell’Italia. Dobbiamo impegnarci a piantare la bandiera delle riforme, non pensare alle bandiere dei nostri tornaconti personali”.

di Diego Giorgi, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»