Tg Politico Parlamentare, edizione del 2 aprile 2021

I titoli e il tg politico parlamentare della Dire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PASQUA OFF LIMITS, ARRIVA LA STRETTA DI 3 GIORNI

Da domani a lunedì scatta la zona rossa in tutta Italia: sarà una stretta simile a quella di Natale. Salvo il pranzo con i familiari, è vietata la consueta gita fuori porta di Pasquetta. In questi tre giorni sarà possibile andare in visita da amici e parenti all’interno della regione di residenza e solo una volta al giorno. Chiusi bar e ristoranti che potranno lavorare con l’asporto e le consegne. Si potrà andare nelle seconde case, eccetto nelle Regioni che l’hanno espressamente vietato, a patto che a spostarsi sia un nucleo familiare e l’abitazione sia stata affittata o acquistata prima del 14 gennaio scorso. Via libera per i viaggi all’estero, però al ritorno saranno necessari due tamponi e una quarantena di cinque giorni.

PIANO VACCINALE, LE REGIONI ACCELERANO

Le Regioni accelerano sul piano vaccinale. Dopo aver raggiunto la quota record di 300mila somministrazioni, si corre verso l’obiettivo del Governo di raggiungere 500mila dosi anche grazie all’arrivo di 1 milione e 300mila fiale di Astrazeneca. Intanto, scende sotto la soglia d’allarme l’indice di trasmissibilita’, anche se l’incidenza media dei contagi e’ ancora di 232 ogni 100mila abitanti. Il miglioramento dei dati portera’ in zona arancione il Veneto, le Marche e la Provincia autonoma di Trento. La Campania resta in zona rossa. “Ma oggi ci sono le condizioni per cominciare ad uscire da questo calvario”, dice il governatore Vincenzo De Luca. Intanto e’ unanime la solidarieta’ che raggiunge il ministro della Salute Roberto Speranza, dopo le minacce da parte di 4 persone. “L’impegno contro l’odio ci riguarda tutti”, dice il presidente della Camera Roberto Fico.

DRAGHI ANCORA IL LEADER PIU’ AMATO

Mario Draghi e’ il leader politico piu’ amato, con oltre il 56 per cento del consenso. Il governo gode inoltre della fiducia della maggioranza degli italiani. Sono i dati rilevati da Monitor Italia, il sondaggio realizzato da Tecne’ in collaborazione con l’agenzia Dire. Per l’esecutivo suona pero’ un campanello d’allarme. Nelle ultime due settimane risulta in calo sia il consenso nei confronti del premier che quello manifestato verso il governo. Tra i partiti, netto calo della Lega che perde piu’ di mezzo punto percentuale, pur restando il primo partito col 22,6 per cento dei consensi. Pd e Fratelli d’Italia sono in crescita. Il partito di Enrico Letta al 18,5 per cento, quello di Giorgia Meloni e’ stimato al 18 per cento.

RIFONDAZIONE M5S, CALENDA LANCIA PARTITO RIFORMISTA

Una nuova carta dei principi e dei valori. E’ la ricetta proposta da Giuseppe Conte per rifondare il M5S. Non sara’ un’operazione di marketing politico- spiega l’ex premier- ma un’opera coraggiosa di rigenerazione e senza rinnegare il passato. Rimarrà la democrazia digitale, un punto fermo, secondo Conte. Resta da affrontare il tetto dei due mandati. Nel frattempo continua il dialogo col PD. ‘Normali interlocuzioni’, secondo la vicesegretaria dem Irene Tinagli, che sottolinea come il Pd resti il perno dell’alleanza. Per il leader di Azione Carlo Calenda serve invece un partito unico che unisca le varie anime riformiste. ‘Va strutturato prima delle prossime elezioni politiche’, dice.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»