Coronavirus, in arrivo la social card per i 131 Comuni lucani

È stata infatti firmata la determina di liquidazione: un milione e 250mila euro da ripartire secondo i fabbisogni della popolazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA – Saranno a breve nelle casse comunali le risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione Basilicata per la social card Covid 19. È stata infatti firmata la determina di liquidazione: un milione e 250mila euro è stato ripartito fra tutti i 131 Comuni lucani sulla base del numero dei residenti. Le risorse permetteranno di andare in soccorso delle famiglie e di quanti vivono in questa emergenza momenti di particolare disagio. Entro il 6 aprile i Comuni, dopo una ricognizione delle esigenze rilevate, dovranno comunicare alla Regione il loro fabbisogno sulla base del quale verra’ ripartito l’altro 50 percento del fondo a disposizione della social card. Lo rende noto l’assessore regionale alle Attivita’ produttive, Francesco Cupparo. Per quanto riguarda i due capoluoghi si tratta di 148.278,29 euro per Potenza e di 11.203,76 euro per Matera. “Stiamo bruciando i tempi – afferma Cupparo – per dare velocemente una risposta ai bisogni dei cittadini in questa fase di straordinaria emergenza. Nel giro davvero di poche ore abbiamo già reso disponibili a favore dei Comuni la metà dei fondi destinati alla social card Covid-19. Attendiamo ora dai Comuni i risultati del loro monitoraggio per ripartire l’altra meta’ del fondo. La Regione Basilicata – conclude l’assessore – è pronta a fare velocemente la sua parte come sta già facendo mettendo in campo un articolato sistema di sostegno a favore delle imprese, dei lavoratori e delle famiglie”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»