Coronavirus, dal Miur 9 milioni in Sicilia per didattica a distanza

In seguito alla firma del decreto 'Cura Italia', la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, lo scorso 26 marzo ha individuato le somme da distribuire regione per regione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Le risorse destinate alle scuole della Sicilia per il potenziamento della didattica a distanza ammontano a 9.102.244,48 euro. Lo si legge in una nota del ministero dell’Istruzione. In seguito alla firma del decreto di riparto degli 85 milioni stanziati nel decreto del governo ‘Cura Italia’, avvenuta da parte del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, lo scorso 26 marzo sono state infatti individuate le somme regione per regione. In particolare, in Sicilia 1.040.137,10 euro sono destinati alle piattaforme e agli strumenti digitali, 7.542.039,20 alla connettività di rete e ai dispositivi digitali e 520.068,18 alla formazione del personale scolastico. “Stiamo lavorando con rapidità per potenziare la didattica a distanza, mettendo tutti gli studenti in condizioni di poterla seguire e dando a tutti gli insegnanti le conoscenze per poterla effettuare – sottolinea Azzolina -. Per la ripartizione delle risorse abbiamo scelto un criterio che ci consente di raggiungere meglio le zone del Paese e le famiglie dove c’è maggiore necessità. Ma se oggi rispondiamo a un’emergenza, al contempo costruiamo un patrimonio per il futuro e gettiamo le basi affinchè la scuola possa crescere e migliorarsi, utilizzando queste tecnologie anche quando saremo tornati alla normalità”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

2 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»