hamburger menu

Imola, all’Autodromo arrivano Vasco, Cremonini e i Pearl Jam

Il mese prossimo è atteso il Gran Premio di Formula Uno

autodromo imola moto gp formula1

BOLOGNA – Il Gran Premio di Formula 1 il mese prossimo e i concerti, in programma tra maggio e luglio, di Vasco Rossi, Pearl Jam e Cesare Cremonini. Sono questi i piatti forti del Piano e del calendario delle attività di pista dell’Autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’ dei mesi da marzo a dicembre, che ha ottenuto il via libera della Giunta comunale. Nel complesso, fa sapere l’amministrazione, sono previste “29 giornate di manifestazioni sportive a carattere motoristico, incluso il Gran Premio di Formula 1 in programma dal 22 al 24 aprile, sei giornate di manifestazioni sportive non motoristiche, otto giornate di prove tecniche di auto e moto da parte di team e squadre e il ‘Minardi Day’, e sette giornate di attività varie a carattere di polifunzionalità”. In quest’ultima categoria rientrano il concerto di Vasco Rossi, in programma il 28 maggio, quello dei Pearl Jam, previsto per il 25 giugno, e infine, il 2 luglio, l’esibizione di Cesare Cremonini. Previste, inoltre, “108 giornate di ‘Commerciale-guida sicura-test tecnici’, 47 di apertura al pubblico (incrementabili in corso d’anno) e nove di attività ciclistiche e di promozione a favore della collettività”.

Rispondendo all’osservazione del Comitato Autodromo, il Comune fa poi sapere che “la nuova postazione fonometrica ‘R2’ in via Malsicura dovrà essere installata entro il 23 marzo, potenziando così la rete di monitoraggio”. Complessivamente, evidenzia l’amministrazione, “il calendario 2022, che prevede 37 giornate in deroga, è in linea con quello del 2020 e significativamente migliorativo rispetto a quello del 2019, che ne prevedeva 60”, e rappresenta “un’opportunità per l’economia del territorio, che dopo due anni di grandi difficoltà ha necessità di ripartire”.Non nasconde la propria soddisfazione per il calendario di quest’anno l’assessora comunale all’Autodromo e Grandi eventi, Elena Penazzi, che lo definisce “uno dei più importanti che sia mai stato prodotto in termini di caratura internazionale degli eventi”. Entrando nel dettaglio, Penazzi sottolinea che “oltre alla Formula 1 e ai tre grandi concerti, dopo 25 anni torneranno in autunno le Finali Mondiali Ferrari Challenge, evento di grande importanza a livello mediatico e forte opportunità dal punto di vista ricettivo. Sappiamo- aggiunge- che questo produrrà sette giornate in deroga ai limiti del rumore, sempre all’interno delle 37 consentite per il 2022, e pertanto, seguendo anche le indicazioni dell’Ausl, ci siamo attivati con le scuole per proporre attività didattiche extrascolastiche durante quelle giornate”. In sintesi, conclude Penazzi, sono due i traguardi che l’amministrazione punta a raggiungere. “Il primo obiettivo che ci poniamo- spiega- è cercare, nei prossimi anni, un miglioramento rispetto agli impatti sui residenti. A questo proposito, Formula Imola dovrà adottare tutte le possibili misure di mitigazione per ridurre l’impatto e gli effetti dell’attività motoristica, come avvenuto nel 2021”. L’altro obiettivo, conclude, è “far vivere gli eventi dell’Autodromo a tutta la città, dal centro storico, che sarà sempre coinvolto, agli imolesi, che avranno anche a disposizione almeno 47 giornate per camminare o andare in bicicletta lungo il tracciato“.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-02T18:49:14+02:00