Moratti: “In Lombardia variante inglese nel 64% dei campioni”

letizia moratti
La vicepresidente regionale e assessore al Welfare rende noto che su 2.023 tamponi sono stati identificati 978 casi di varianti: 18 sudafricane, 10 brasiliane, 578 inglesi e 372 compatibili con una delle tre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – L’analisi delle varianti sul territorio lombardo evidenzia che la variante inglese è pari al 64% del campionamento su base regionale, “con un range che va dal 43 all’86% sui diversi laboratori”. Lo afferma la vicepresidente regionale e assessore lombardo al Welfare, Letizia Moratti, nel corso di una comunicazione all’aula, a Palazzo Pirelli.

Complessivamente, come rende noto Moratti, dall’inizio dell’attività “sono stati analizzati 2.023 campioni e identificati 978 casi di varianti“, pari al 48% sul totale. Tra queste, come specifica la vicepresidente, sono state rintracciate 18 varianti di origine sudafricana, 10 brasiliane, 578 inglesi e “372 compatibili con una delle tre varianti”.

LEGGI ANCHE: Covid, Omceo Roma: “Chiusura scuole? Ci sono varianti, bambini vettori efficaci virus”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»