A Firenze edicole come ‘tele’ a disposizione degli street artist

edicola firenze writer street art
Sette giornalai hanno messo a disposizione le proprie serrande per altrettanti writer, aderendo così al progetto del Comune di indagare nuovi itinerari per raccontare la città del giglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Come abbellire le edicole di Firenze? Trasformando le serrande in una sorta di tela a disposizione dei writer. Il progetto, in fase di conclusione, vede la collaborazione del sindacato dei giornalai, dell’assessorato al Turismo e delle sette edicole che hanno aderito: quelle di via Pellicceria, piazza Duomo, piazza Sant’Ambrogio, piazza Alberti, viale Righi, piazza Piero della Francesca e via Torcicoda.

Gli interventi artistici, ispirati dalle lettere dell’alfabeto (il segno imprescindibile di riviste e giornali) sono stati realizzati con una scelta cromatica ispirata ai colori della città dai writers Corn79, Reser LL, Luca Font, Duke1, Sera KNM, Bue2530 e Droste. Con il bando per il turismo (che mette in campo 10.000 a progetto) “abbiamo chiesto di indagare nuovi itinerari per raccontare volti più sconosciuti della nostra Firenze. Un filone da indagare è senz’altro quello della street art, che negli ultimi anni grazie al sindaco Nardella e all’assessorato alle Politiche giovanili guidato da Cosimo Guccione ha trovato spazio in città”. Inoltre “alla street art, abbiamo dedicato anche una sezione del portale ‘Feel Florence’, dove verrà aggiunto anche questo itinerario”, sottolinea l’assessore al Turismo Cecilia Del Re.

“Questo risultato- aggiunge Guccione- è stato raggiunto grazie ad una collaborazione virtuosa tra il sindacato giornalai e varie direzioni dell’amministrazione comunale. Uno degli obiettivi era quello di promuovere il ‘graffiti writing’ quale fenomeno culturale della pittura murale caro ai giovani”. Le edicole, conclude l’assessore al Commercio Federico Gianassi, “rappresentano un presidio sociale e culturale per la città e per questo le abbiamo sostenute negli anni, con la riduzione dei tributi e misure per arricchire la loro offerta, come la vendita di biglietti o la possibilità di essere punto anagrafico decentrato. Questo ulteriore progetto, che mette insieme street art e cultura, aiuta a rilanciarle e a sostenerle”.

LEGGI ANCHE: A Firenze droni e satelliti per la lotta allo smog

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»