Covid, Anci Basilicata: “Rivedere zona rossa”

Un documento di protesta sottoscritto da una ventina di sindaci lucani è stato indirizzato al presidente Bardi e al ministro Speranza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Una ventina di sindaci lucani hanno sottoscritto un documento di protesta indirizzato al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e al ministro della Salute, Roberto Speranza, per chiedere una modifica del provvedimento con il quale la regione è passata da zona gialla a rossa. Lo rende noto l’Anci che condivide la preoccupazione di tutti i primi cittadini, ritenendo si sia arrivati a una tale determinazione a causa della “incapacità del sistema sanitario regionale di tenere sotto controllo la situazione”.

“I comuni interessati a un aumento dei contagi avrebbero dovuto essere monitorati tempestivamente – denuncia l’Anci Basilicata – attraverso il tracciamento dei tamponi positivi in modo da poter limitare e circoscrivere l’isolamento soltanto a quei territori”. Per l’associazione la regione si trova al centro di una tempesta perfetta. “Da un anno a questa parte – denuncia ancora l’Anci – i sindaci sistematicamente lamentano disorganizzazione e incongruenza nella gestione dell’emergenza Covid: gravissimi problemi sui tamponi, è saltato completamente il sistema del tracciamento con conseguenze disastrose sul contagio, in ultimo sulla campagna vaccinale“.

Quella rivolta agli ultra 80enni in molti comuni è stata sospesa per mancanza di dosi. L’Anci Basilicata chiede a questo punto al presidente della Regione un incontro urgente, facendo chiarezza anche sulle presunte varianti, e al ministro di adeguare gli strumenti alla specificità dei territori, con un provvedimento immediato che sia meglio calibrato in relazione alla effettiva situazione pandemica della Basilicata. “Nel frattempo – conclude l’associazione – è necessario prevedere subito concreti aiuti alle attività economiche e ai comuni che subiranno l’ennesima batosta a causa del lockdown” .

BARDI: “CONFRONTO GOVERNO PER RICONSIDERARE ZONA ROSSA”

“Il confronto tra il governo lucano e quello nazionale è costante e non manca nemmeno in queste ore la richiesta di riconsiderare tale decisione (il passaggio della regione Basilicata in zona rossa, ndr) che è scaturita da parametri imposti dal governo nazionale che dobbiamo rispettare.
In ogni caso, abbiamo già chiesto di modificarli, ma l’aumento dell’indice di trasmissibilità del virus (Rt) a 1,51 non lasciava altra possibilità se non quella di applicare alla nostra regione la restrizione maggiore”. Lo ha detto in apertura della seduta del Consiglio regionale della Basilicata, riunita oggi in modalità telematica, il governatore Vito Bardi. “Oggi – ha aggiunto – non stiamo parlando di politica ma di salute. In questo momento la medicina territoriale sta funzionando cosi’ come pure i tracciamenti e le persone vengono curate presso le loro abitazioni, un dato innegabile da tener presente”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»